Nasce il canale tematico dedicato ai servizi di ingegneria e architettura

Appalti&Contratti si arricchisce di nuovi contenuti, con approfondimenti di normativa e giurisprudenza riguardanti i cc.dd. servizi tecnici, affiancati da un costante monitoraggio su atti dell’ANAC, prassi interpretative e studi di settore.

La consapevolezza, infatti, che il mercato dei SIA meriti oggi crescente attenzione muove l’intento di costruire una sezione di focus appositamente dedicata nell’ambito degli appalti pubblici.

Il Report OICE dell’ultimo trimestre 2021 sulle gare PNRR per servizi tecnici registrava una forte accelerazione, rilevando 80 gare per affidamenti di servizi di ingegneria e architettura, di supporto alle stazioni appaltanti e di appalti integrati per un valore di 185 milioni di euro, di cui 119,5 relativi alla sola progettazione. Dati positivi che, però, non vengono confermati nell’anticipazione dei dati di gennaio 2022 fornita dall’Osservatorio OICE/Informatel sulle gare pubbliche dei SIA, che segnala una caduta verticale del relativo mercato. Si riporta che le gare dell’ultimo mese sono state 250, con un valore di 77,3 milioni di euro, il minimo mensile degli ultimi anni. In particolare, le gare di progettazione sono state 152 per un valore di 36,7 milioni di euro e, rispetto a dicembre 2021, il numero è calato del 41,3% e il valore è a -62,5%.

Un trend dunque altalenante, dovuto forse anche a talune incertezze date dalla recente stratificazione normativa che peraltro non colma preesistenti lacune. L’andamento, comunque, per quanto incostante, dovrebbe essere prospetticamente letto in crescita, nel contesto generale di riforma del sistema Paese e del Codice degli appalti pubblici in particolare, da ultimo inciso dalla legge europea 2019-2020 (ad esempio, i bandi per appalti integrati rilevati nel mese di gennaio 2022 sono stati 43, con valore complessivo dei lavori di 926,3 milioni di euro e con un importo di progettazione stimato in 53,8 milioni di euro; rispetto a gennaio 2021 il numero dunque cresce del 7,5% e il valore del 264,5%). Indubbio è infatti che, nell’impianto complessivo del PNRR, i professionisti tecnici giocano un ruolo di primo piano e che la progettazione, tra semplificazione e sostenibilità, diviene volano per il processo di rinnovamento già avviato, in quanto preordinata alla realizzazione di opere concepite come chiavi di volta della ripresa e della crescita, anche in ambito professionale (v. CNI, Il nuovo quadro normativo in materia di contratti pubblici legati alla realizzazione del PNRR e del PNC, 2021).

Ecco allora, all’interno della Rivista, un ulteriore strumento che si auspica utile per l’aggiornamento dei Lettori interessati, che ha lo scopo di convogliare in un unico canale le novità e gli indirizzi operativi attinenti ai servizi tecnici, valorizzati nelle loro specificità nel quadro degli appalti pubblici di servizi.

Avv. Beatrice Armeli

Avv. Alessandro Massari

ACCEDI AL CANALE TEMATICO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.