Annullamento delle Linee guida del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici del 7 aprile 2020

Autore:

Illegittima la riserva dello svolgimento delle prove c.d. “non distruttive” ai soli laboratori autorizzati con esclusione dei singoli ingegneri.

TAR Lazio, Roma, sez. I, 18 marzo 2022, n. 3132

L’Ordine degli Ingegneri di Roma ha impugnato le “Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti”, approvate dall’Assemblea generale del Consiglio Superiore LLPP in data 17 aprile 2020, nella parte in cui prevedono che “le prove ed i controlli sui materiali da costruzione su strutture e costruzioni esistenti di cui alla Circolare 3 dicembre 2019 n. 633/STC e s.m.i., devono essere effettuate e certificate da un laboratorio di cui all’art. 59 del d.P.R. 380/2001 e s.m.i., dotato di specifica autorizzazione, ove prevista”.

A riguardo, si ricorda che la Circolare del Consiglio Superiore LLPP del 21 gennaio 2019, n. 7 (recante “Istruzioni per l’applicazione dell’aggiornamento delle ‘Norme tecniche per le costruzioni’ di cui al D.M. 17 gennaio 2018” -NTC-) ammette l’impiego sia di prove c.d. “distruttive”, sia di prove c.d. “non distruttive”. In particolare, le prime implicano il prelievo del materiale dalla struttura e l’analisi fisica, chimica e meccanica dei singoli campioni asportati.

CONTINUA A LEGGERE….

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

Vuoi accedere ai contenuti di Appalti&Contratti senza attivare un abbonamento?

Acquista la nostra A&C Card per avere 3 mesi di accesso ai contenuti di Appalti&Contratti.it

Approfitta dell’offerta lancio a soli 90 Euro invece di 150 Euro!

VAI ALLO SHOP MAGGIOLI EDITORE

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.