Il ritardo nella nomina del direttore dell’esecuzione e del gruppo di lavoro non osta all’erogazione degli incentivi tecnici

Autore:

Incentivi tecnici: nessuna preclusione all’erogazione se il gruppo di lavoro è nominato dopo il bando di gara

In modo non diverso il ritardo nella nomina del direttore dell’esecuzione non inibisce l’erogazione degli incentivi su lavori e forniture per le attività già avviate dal gruppo di lavoro.

Sono queste le indicazioni della Corte dei conti della Campania (deliberazione n.21/2022) che ha fornito doppia risposta positiva ai dubbi sulla legittimità degli incentivi tecnici per i dipendenti.

La domanda del sindaco

Un Sindaco di un ente locale ha chiesto ai magistrati contabile due quesiti, al fine di poter legittimamente erogare gli incentivi tecnici ai dipendenti.

Il primo riguarda il caso dell’individuazione dei dipendenti beneficiari degli incentivi tecnici qualora la costituzione ed individuazione del gruppo di lavoro sia intervenuta dopo la procedura di gara.

Il secondo quesito riguarda la possibilità di poter erogare gli incentivi tecnici in un appalto di servizi – forniture nel caso in cui la nomina del direttore dell’esecuzione sia avvenuta successivamente alle attività espletate dai dipendenti possibili beneficiari di tali incentivi, ovvero se devono essere corrisposti gli incentivi unicamente per le attività svolte successivamente alla nomina del direttore dell’esecuzione.

CONTINUA A LEGGERE….

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

Vuoi accedere ai contenuti di Appalti&Contratti senza attivare un abbonamento?

Acquista la nostra A&C Card per avere 3 mesi di accesso ai contenuti di Appalti&Contratti.it

Approfitta dell’offerta lancio a soli 90 Euro invece di 150 Euro!

VAI ALLO SHOP MAGGIOLI EDITORE

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.