Ancora sul divieto posto dall’art. 24, comma 7, del Codice. L’ultima posizione del Consiglio di Stato

Autore:

Consiglio di Stato, sez. V, 1° luglio 2022, n. 5499

Premessa

In un nostro precedente contributo abbiamo già affrontato il tema del divieto posto dall’art. 24, comma 7, d.lgs. 50/2016, ai sensi del quale gli affidatari di incarichi di progettazione per progetti posti a base di gara non possono essere affidatari degli appalti (o subappalti o cottimi) per i quali abbiano svolto la suddetta attività di progettazione, eccezion fatta per il caso in cui i soggetti interessati dimostrino che l’esperienza acquisita nell’espletamento degli incarichi di progettazione non è tale da determinare un vantaggio che possa falsare la concorrenza con gli altri operatori.

A riguardo, abbiamo in particolare illustrato la posizione della giurisprudenza, la quale ha avuto modo di declinare il divieto suddetto anche per il caso di appalto integrato. Se ne è dedotto che, fermo restando che l’affidatario che ha redatto il progetto di fattibilità tecnica ed economica e/o definitivo può essere affidatario dell’incarico di redazione del progetto definitivo e/o esecutivo, nel caso di appalto integrato questo principio verrebbe meno, nel senso che l’affidatario di quest’ultimo non potrebbe coincidere con il soggetto che ha redatto il progetto posto a base della successiva gara.

E si è anche chiarito che il divieto di cui all’art. 24, comma 7, d.lgs. 50/2016 scatta pure se il partecipante alla seconda gara, indetta per l’appalto integrato, concorre in raggruppamento e uno dei raggruppati risulta essere il redattore del progetto a base di gara. Rimanendo in tema di appalto integrato, presentiamo oggi l’ultimo arresto del Consiglio di Stato in materia, il quale affronta precipuamente l’eccezione al suddetto divieto.

CONTINUA A LEGGERE….

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

Vuoi accedere ai contenuti di Appalti&Contratti senza attivare un abbonamento?

Acquista la nostra A&C Card per avere 3 mesi di accesso ai contenuti di Appalti&Contratti.it

Approfitta dell’offerta lancio a soli 90 Euro invece di 150 Euro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *