ANAC, la rilevanza del regolamento interno per il sottosoglia comunitario

Autore:

Con un recente documento del 27 luglio, l’ANAC in relazione all’attività “di vigilanza ex art. 213, comma 3 del d.lgs. 50/2016- Ricognizione attività negoziale riferita al triennio 2019-2021” ritorna, analizzando una serie di comportamenti istruttori della stazione appaltante interessata, sulla questione della necessità di adottare un proprio regolamento interno (ai sensi delle Linee guida n. 4) che disciplini l’attività contrattuale in ambito sottosoglia.

A fronte di una serie di rilievi mossi dall’autorità in tema di supposti frazionamenti e violazione della rotazione, nel documento si ribadisce l’utilità di una previa regolamentazione che potrebbe consentire “nell’arco del triennio solare, di applicare la rotazione solo agli affidamenti rientranti nella stessa fascia di opere di un certo valore economico”.

CONTINUA A LEGGERE…..

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.