Contratti pubblici: gli impegni negoziali della Pubblica Amministrazione non possono essere conclusi per “facta concludentia”, rendendosi sempre e comunque necessaria la forma scritta ad substantiam

Sentenza TAR Sicilia-Catania (Sez. III), 16 settembre 2022, n. 931: “Nonostante l’abrogazione del R.D. del 1923, continua ad essere applicabile anche a Comuni e Province il principio generale finalizzato al controllo istituzionale e della collettività sull’operato degli enti pubblici territoriali, funzionale all’esigenza di assicurare l’imparzialità e il buon andamento della pubblica amministrazione da cui discende la necessità della forma scritta per i contratti stipulati da detti enti”.

A cura di Massimo Gangemi

La mancata stipula di una concessione contratto da parte di un ente locale offre lo spunto al TAR Catania (IL TESTO DELLA SENTENZA) per operare un’approfondita disamina dei principi generali relativi ai contratti pubblici, posti in diretto collegamento con il procedimento amministrativo e, più in particolare, con il silenzio inadempimento.

CONTINUA A LEGGERE….

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.