La Legge di Bilancio 2023: le misure e le proroghe delle revisioni prezzi per gli appalti di lavori

Autore:

La legge n. 197 del 29 dicembre 2022 (Legge di Bilancio per il 2023) è stata pubblicata sulla GURI n.303 del 29.12.2022 ed è entrata in vigore il 1° gennaio 2023.

Tra le diverse disposizioni si segnalano quelle rilevanti per il settore dei contratti pubblici, e in particolare per gli appalti di lavori, che riguardano:

  1. nuove misure per l’aggiornamento dei prezziari e la revisione dei prezzi dei lavori in corso di esecuzione, volte a supportare le imprese nel fronteggiare gli aumenti eccezionali dei prezzi anche per il 2023 (art. 1, commi da 369 a 379);
  2. la proroga e l’implementazione del meccanismo compensativo introdotto dall’art. 26 del DL “Aiuti” di aggiornamento dei prezzi, previsto per i lavori eseguiti nel 2022, anche per i lavori eseguiti nel 2023, oltre che per quelli banditi in tale anno (art. 1, comma 458); infatti, la disciplina dell’articolo 26 era destinata ad operare solo fino al 31 dicembre 2022 ed in assenza di un rinvio temporale della scadenza, si sarebbe verificato, a partire da gennaio 2023, l’effetto di un azzeramento delle misure emergenziali pur in presenza della perdurante gravità dei rincari dei prezzi).

Le misure per fronteggiare l’aumento del costo dei materiali per le opere pubbliche nel 2023 (articolo 1, commi 369 e ss.)

Le norme in esame si pongono l’obiettivo di fronteggiare gli aumenti eccezionali dei prezzi, tutt’ora in corso, anche per le procedure di gara che saranno avviate dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023.

CONTINUA A LEGGERE…

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *