Il risarcimento del danno “per equivalente monetario” in caso di mancata aggiudicazione dell’appalto tra criteri presuntivi di quantificazione e necessità di una prova puntuale

Autore:

Breve commento a sentenza 14 novembre 2023, n. 9755 della Sez. VI del Consiglio di Stato in riforma della sentenza 201/2020 della sezione autonoma di Bolzano del TRGA

Ha avuto notevole clamore, da parte degli organi di informazione, la condanna pronunciata dalla Sesta sezione del Consiglio di Stato, a carico di una società in house della Provincia autonoma di Bolzano, per un importo di quasi 700.000 euro, a causa di una mancata aggiudicazione a favore di un concorrente.

Alla gara per la realizzazione di un importante polo tecnologico a Brunico, una società in house della PAB aveva disposto l’aggiudicazione a favore della società U. (originaria controinteressata in primo grado e appellante in secondo grado).

La società G. impugnava l’aggiudicazione facendo emergere delle criticità dell’offerta della società U. e la sezione autonoma di Bolzano del TRGA accoglieva il ricorso con la sentenza 201/2020 disponendo l’annullamento del provvedimento di aggiudicazione definitiva, dichiarava l’inefficacia del contratto stipulato e disponeva il subentro a favore della ricorrente società G. nell’appalto de quo, previa verifica dei previsti requisiti da parte della stazione appaltante.

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *