Armonizzare vincoli di qualificazione e limiti di esecuzione per ottimizzare la realizzazione delle opere pubbliche

Autore:

In un precedente articolo, abbiamo esplorato le implicazioni dell’abolizione delle categorie SOA in SIOS e QO all’interno del nuovo Codice dei contratti pubblici. La nostra analisi ha messo in luce come le precedenti regolamentazioni restrittive influenzassero l’intero ciclo degli appalti, dalla qualificazione all’esecuzione.

La soppressione di queste distinzioni ha introdotto una svolta sostanziale, trasferendo una responsabilità ampliata alle stazioni appaltanti. Queste ultime sono ora chiamate a definire con precisione i criteri di qualificazione e le modalità di esecuzione dei contratti, adattando vincoli e limitazioni alle peculiarità di ogni singola gara.

Di conseguenza, diventa fondamentale per le stazioni appaltanti chiarire nelle loro determinazioni a contrarre e nelle normative di gara l’applicazione di queste nuove disposizioni, al fine di prevenire malintesi o interpretazioni errate.

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *