Calcolo indicativo del tempo-lavoro supplementare necessario ad acquisire i cig in base ai nuovi sistemi, su base nazionale

Autore:

Consultando il dataset dei cig presente sul sito Anac, si constata che nel 2023 in un mese medio (giugno) sono stati acquisiti 376mila smartcig, di cui 293mila sotto i 5k. Su base annua sono perciò circa 4,5 milioni di smartcig, di cui 3,5 milioni sotto i 5k.

Ciascuno smartcig necessitava di 2 minuti massimo di lavorazione.

Attualmente per acquisire un cig <5k su PCP, in base all’esperienza e anche a video rinvenibili in rete, occorrono prudenzialmente 8 minuti medi (delta 6 minuti).

Per acquisire un cig sopra i 5k su piattaforma, anche in questo caso per esperienza e video compreso quello ufficiale di Consip, occorrono circa 20 minuti. Ipotizziamo che riferibili “in senso stretto” al cig e non all’ “imbastimento” dell’ordine diretto/trattativa diretta siano considerabili anche in questo caso 8 minuti (delta 6 minuti).

4,5 milioni per 6 minuti fa 27 milioni di minuti, cioè 450.000 ore in più di prima.

Il tutto solo per acquisire i cig e solo sotto i 40.000 euro, poi ci sono le fasce superiori e comunque tutte le altre attività successive per le quali è lecito ipotizzare anche in questo caso un incremento dei tempi.

Ora, chi scrive non è uno statistico, un informatico o un ingegnere gestionale, ma ritiene che a grandi linee gli ordini di grandezza sopra esposti possano essere orientativamente corretti.
Stupisce che in sede di progettazione non siano state effettuate debite preventive valutazioni di impatto operativo della riforma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

42 commenti su “Calcolo indicativo del tempo-lavoro supplementare necessario ad acquisire i cig in base ai nuovi sistemi, su base nazionale

  1. assolutamente vero. non si comprende come non si sia reso possibile un passaggio graduale effettuato per:
    – tipologie di acquisizioni e relativi importi, magari partendo dai grandi importi che registrano solitamente un volume di affari più piccolo e per stazioni appaltanti più strutturate
    -stazioni appaltanti centrali e centrali di committenza regionali
    -sistema con possibilità di alternativa vecchio/nuovo.
    Da massaia ricordo a me stessa che avendo effettuato tanti traslochi fisici e telematici del mio studio , generalmente i sistemi informatici vengono passati per ultimi e comunque con il paracadute della contestuale presenza del vecchio e del nuovo ( i gestori della telefonia e i consulenti informatici mi hanno sempre assicurato questo e non ho mai perso un dato).

  2. Buongiorno, non si è tenuto conto del tempo perso per rincorrere il Rup per farsi dare il codice SPID. Io son un collaboratore in una azienda che è configurata come S.A. Prima con le sole credenziali potevo gestire i cig di circa 10 RUP in un attimo creavo lo SMART CIG o il CIG di gara come evidenziato nell’articolo. Ora siamo arrivati al colmo che devo prendere appuntamento con il RUP e vedere che i miei orari coincidono con il suo per far inserire lo SPID (altra stupidaggine).

    • Vogliamo parlare dei dati personali richiesti ed ottenuti tramite la procedura di identificazione spid ? Non lo ritengo corretto. Credo che un esposto al garante della privacy sarebbe necessario

  3. Direi che non ci sono commenti.
    La digitalizzazione sbandierata ai quattro venti come la soluzione a tutti i mali della p.a…. Avessero almeno le infrastrutture che funzionano ma mi sa che usano dei server vecchi di 10 anni.

  4. Aggiungiamo anche il tempo perso per colpa della piattaforma che non funziona…per acquisire un CIG <5k ho impiegato 2 giorni per colpa dei continui blocchi. Così non si può lavorare

  5. La vera rivoluzione sarebbe stata far diventare tutto SMART.
    Sussistono tanti altri meccanismi di controllo successivi all’affidamento che prescindono il micragnoso inserimento, (per non parlare della relativa perdita di tempo), di tutti i dati.

  6. Per la volontà dello stato di voler controllare tutto e tutti aumentano le inefficienze. Ma per i ministeri e i vari enti statali efficienza, efficacia ed economicita sono parole al vento. L’importante è controllare, a qualunque costo. Gli enti locali, gli unici in prima linea che vivono di problemi solving in problem solving dovranno Ancora una volta portare pazienza e sopratutto stare attenti a non sbagliare e ad usare bene gli infallibili sistemi statali per evitare sanzioni ecc….

  7. Non ci siamo proprio, non hanno previsto neanche un regime transitorio! Già con mille problemi uno deve perdere le ore per uno smart cig, quando le piattaforme “non comunicano tra di loro”, ma in questo paese ci sarà qualcuno responsabile di questa cosa?

  8. Segnalo (a titolo informativo) che per quanto riguarda gli affidamenti sotto i 5k è teoricamente vero che si può chiedere il CIG su PCP, tuttavia la PDA Consip, MEPA, per esempio non permette di indicare quel CIG. La procedura per creare un ordine o fare una trattativa diretta prevede tutta una serie di passaggi al termine del quale si RICHIEDE il CIG. Il campo è in grigio/non compilabile. A parte le dichiarate eccezioni per cui ancora si può usare un CIG da PCP (Accordi quadro, convenzioni etc…) se si vuole acquistare su MEPA (anche sotto i 5k), si chiede il CIG su MEPA.

    • La colpa e’ dell’anac, che risponde solo a se’ stessa e vive in una bolla. E a cascata di consip, che e’ incapace di fare un ecommerce snello, e da lustri prospera impunita nel disinteresse di qualunque parte politica

  9. Sono state complicate le modalità di acquisizione a beneficio di cosa? In 8 minuti non si riesce a preceder alcun CIG! L’economia locale nei piccoli comuni sarà tagliata fuori da questo passaggio che aggiunge complicazioni non solo alle Stazioni appaltati , ma soprattutto a quel tessuto di artigiani e piccole imprese che non sono strutturate per ottemperare alla nuova “semplificazione”.

    • È una vergogna, ieri pomeriggio sono stato impegnato per quasi due ore per prendere un cig per un affidamento di 700,00 € e, tra eroori, mancati collegamenti, ecc, non ci sono riuscito. Con lo smart cig impiegavo un paio di minuti.

  10. Sempre peggio ,semplificazione ??!!
    Come al solito si perde il fine ultimo di ogni procedimento in mezzo a tutta questa follia

  11. La situazione è smeplicemente SCONCERTANTE, tra errori generalizzati, impossibilità di accedere alla piattaforma e necessità di procedere esclusivamente attraverso un RUP in una settimana siamo riusciti a generare solamente 2 CIG. Mi sorprende la leggerezza e la (evidente) serenità con la quale si blocca l’intera operatività degli enti locali. A coronamento di tutto ciò un servizio utenti fornito da ANAC/MEPA semplicemente INESISTENTE. Da inchiesta

      • Ma il cig su PCP NON SI PIGLIA…..il CIG si piglia solo attraverso Mepa….attualmente su PCP io vedo solo i CIG che ho preso su Mepa, per questo corre voce che forse riaprono SMARTCIG.
        Quindi Ordini diretti – Trattative dirette – Rdo…..PUNTO…..
        Ma tutte le altre tipologie di procedure?
        Bene siamo FERMI
        affidamenti ad Operatori ESTERI? NIENTE CIG
        affidamenti per estensione quinto d’obbligo? NIENTE CIG
        adesione ad accordi quadro (acquisti centralizzati)? NIENTE CIG
        polizze assicurative ? NIENTE CIG
        servizi di catering “convegni” ? NIENTE CIG
        servizi di pernottamento “per seminari” ? NIENTE CIG
        E QUANTO……

        • hai elencato tutte procedure che puoi fare sul mepa, tra l’altro come trattative dirette…tranne per gli accordi quadro

          • mi riferivo ad accordi quadro interni alla stazione appaltante “Acquisti centralizzati” non quelli consip

  12. Quando fra qualche mese usciranno i dati sull’azzeramento dei contratti pubblici a gennaio 2024 rideremo tutti…e spero che finalmente qualche testa cadrà (gli appalti valgono qualcosa come il 15% del PIL italiano).

  13. Si tende sempre a complicare le cose.
    Il sistema precedente era semplice, veloce, efficiente ed intuitivo.
    Personalmente sono due giorni che non riesco neanche ad accedere sulla piattaforma

  14. A qualcuno di voi compare l’errore:
    “Errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.anacForm.appalto.codiceAppalto: is missing but it is required ” ?

      • Ti ringrazio collega, io in due giorni credo di avere sviluppato la capacità di riprodurre musica barocca – senza saper suonare il piano – tentando di prendere la linea con Anac.

    • Buongiorno, a me stamattina il portala ha “gentilmente concesso” di prendere il primo CIG infra 5.000 dell’anno….poi è comparsa la malefica scritta “Errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.anacForm.appalto.codiceAppalto: is missing but it is required ”….non commento. Non ho parole ma solo parolacce e le tengo per me. Coraggio collegh*!!!

    • ERRORE RISOLTO: QUANDO SI INSERISCE NELLA SEZIONE APPALTO IL “CODICE APPALTO UNIVOCO” CHE è L’ID BOZZA BISOGNA STARE ATTENTI CHE NON CI SIA LO SPAZIO INIZIALE.
      BUON LAVORO A TUTTI

  15. ANAC ha riattivato lo Smart CIG fino al 30 settembre 2024. L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha accolto la richiesta dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani e, con un comunicato del 10 gennaio, ha riattivato la smart CIG per gli affidamenti diretti fino a 5 mila euro

    • ANAC ha riattivato lo Smart CIG ma io nel menù vedo solo la voce “Visualizza lista” , posso solo quindi consultare quelli già presi…hanno tolto la funzionalità di acquisizione di nuovi….

  16. piattaforma PCP: la ruota che gira, e gira, e giraaaaa ormai da giorni. E poi arriva anche il momento in cui ti sembra di essere entrati in piattaforma ma poi, PUFFFF, sei fuori. Io sto dando di matto. E intanto non faccio affidamenti sotto i 5K per la fornitura ed i servizi essenziali all’ufficio manutenzione di una città. Pura follia. Proverò il MEPA, ma i fornitori locali saranno candidamente tagliati fuori in quanto non si sono ancora “digitalizzati”. Ecco un altro modo per eliminare i piccoli fornitori.

  17. Non so come aderire ad una convenzione.. sul mepa e sul portale regionale (nel mio caso intercenter) non ti dà il CIG e ti dice di acquisirlo (sul MEPA ti rimanda all’ambiente precedente che non han mai aggiornato. Sulla piattaforma se scegli la scheda AD4 ti fa delle domande non-sense. Divertente.

  18. buongiorno, qualcuno è riuscito ad acquisire su PCP un cig AD4, cioè derivato? io l’ho inserito, ma rimane in elaborazione, mentre per gli AD5 riesco ad ottenere il cig “senza problemi”.

    per il resto, concordo con i commenti qui sopra. è vergognoso, non si riesce più a lavorare! il lavoro si accumula e si perde di efficacia per adempiere a queste lungagnate senza valore aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *