Equo compenso

Autore:

Correttamente è stato affermato che Il diritto ad un compenso equo del professionista intellettuale per il servizio prestato è un principio presente e regolamentato da tempo nel nostro ordinamento” (Centro studi Consiglio Nazionale degli Ingegneri). 

Principio che, per i rapporti di lavoro subordinato, viene enunciato nella Costituzione Italiana all’art.36 c.1 “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”, e all’art. 2233 c.2 del Cod. Civ. per le professioni intellettuali dove “In ogni caso la misura del compenso deve essere adeguata all’importanza dell’opera e al decoro della professione.”

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *