Nella gara a doppio oggetto l’amministrazione può escludere le proprie società partecipate

Autore:

Il Consiglio di Stato, con sentenza 9034 del 17.10.2023, afferma la legittimità dell’esclusione disposta da un’amministrazione in una gara a doppio oggetto della propria società controllata, in quanto l’affidamento comporterebbe un aumento del rischio massimo che l’amministrazione abbia deciso di volersi assumere.

Il fatto.

Il Comune di Roma Capitale indiceva una procedura di gara a doppio oggetto, volta ad individuare il socio privato di una società mista cui affidare il servizio scolastico integrato.

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *