Un giorno di ordinaria follia alla ricerca del CIG

Autore:

Nota metodologica: Quanto riferito di seguito rimanda a constatazione personale ma risulta che tutta la p.a. italiana sia nella medesima situazione.

Oggi 8 gennaio 2024 il sottoscritto Maurizio Greco, Rup della propria stazione appaltante (Asl), con l’assistenza di 3 collaboratrici e della responsabile dei servizi informatici, ha provato ad acquisire un cig per un affidamento per 30.000 euro oltre Iva tramite Trattativa diretta Mepa, senza riuscirci.

Le operazioni infruttuose sono durate 2 ore e mezza (di mancata produzione).

Non abbiamo utilizzato la piattaforma regionale in quanto indisponibile fino al 15 gennaio.

Abbiamo in precedenza seguito un webinar della stessa Consip in cui si effettuavano tuttavia rinvii generici ai documenti presenti sul sito, senza visualizzare alcuna simulazione di procedura.

Ci siamo quindi basati sull’ esperienza concreta, tentando di operare sulla piattaforma e acquisire il cig, sia perché effettivamente necessario, sia per testarne il funzionamento.
Constatando quanto emerso in alcuni webinar della piattaforma regionale, è apparso da subito evidente che la digitalizzazione si concretizza nella messa in campo di alcuni moduli informatici che tuttavia non dialogano (o non dialogano totalmente) con le funzioni delle stesse procedure di approvvigionamento, che invece per dato normativo dovrebbero essere integrate.

Ad esempio, dal modulo Trattativa diretta occorre appunto passare “manualmente” al modulo Anacform necessario alla richiesta del cig da riportare in Trattativa diretta.

Non chiaro perché nel modulo Anacform occorra indicare gli estremi dell’ “aggiudicazione” (in un affidamento diretto?) che non è ancora avvenuta (indicheremo una previsione?).

Per converso, il cig (ovviamente) sembra indispensabile da riportare nella richiesta di offerta in sede di Trattativa diretta, visto che c’è un campo apposito.

Suscita perplessità la richiesta di una serie di dati sproporzionati all’esiguità dell’affidamento, tra cui il Ccnl applicato (sotto i 140.000 euro? in una fornitura, come nel caso affrontato?).
Irricevibile poi, per le esigenze di speditezza che connotano una azienda sanitaria od ospedaliera, o altra amministrazione che eroghi servizi indispensabili sul territorio al cittadino, la tempistica fino a 5 giorni (!) per l’ottenimento del cig (perché non potrebbe essere immediato?).

Ma il motivo per cui noi e, a quanto noto, altre amministrazioni non siamo riusciti a chiedere il cig è in un campo “Id partecipante”, la cui mancata compilazione è bloccante, e il cui significato i call center di Consip e di Anac non hanno saputo svelare. Quello di Anac ha preannunciato prossime faq in merito.

Da gruppi Facebook (le nuove fonti del diritto, nda) si scopre che si tratterebbe di un codice casuale da generare (fuori procedura!) in un apposito sito (e perché mai?).

Conclusioni: come chi scrive rimarca sempre, con certe cose non si può scherzare.

Un ospedale non può essere posto nell’impossibilità di emettere ordini (che presuppongono il cig).

Poi per tutto il resto vediamo, ma consentiteci di lavorare. Ricordiamoci tutti insieme il senso delle parole “interesse pubblico”.

E rammentando anche che il tempo-lavoro è un costo.

Proposte concrete e urgenti, prima di tutto, sugli affidamenti diretti: semplificare moltissimo il relativo Anacform; prevedere l’ottenimento immediato del cig.

Dal nostro Deserto dei tartari, attendiamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

244 commenti su “Un giorno di ordinaria follia alla ricerca del CIG

  1. Si tratta del solito delirio all’italiana, dove la PA é incapace di comprendere che le esigenze funzionali dei RUP andrebbero poste alla base dello sviluppo di un applicativo che dovrebbe aiutare le persone a lavorare meglio, invece di incagliarle in processi frustranti e inutili.

    • Scuole e O.E. nel caos; prendere CIG è diventata una scalata dell’Everest. Gli O.E. (molti) stanno cadendo dalle nuvole o stanno dichiarando di non avere risorse umane sufficienti a gestire trattative su MePA. PS Mepa, dove volevamo fare un miniacquisto di prova, al momento fuori uso

    • Negli enti che non dispongono di un ufficio appalti strutturato la situazione è ancor più complicata. Si aggiunga che sembra impossibile prendere cig nel caso di soggetti fornitori non accreditati sulle diverse piattaforme. È pensabile che l’idraulico di provincia debba accreditarsi su più piattaforme? E comunque le stesse sono, dir poco, cervellotiche. Nel frattempo tutto bloccato.

    • Arch. Riccardo Fabris in qualità di Responsabile del Settore LL.PP, che compresnde i Servizi LL.PP., Manutenzioi, Ambiente e Sicurezza.
      Non aggiungo altro rispetto alle conoscenze/competenze richieste rispetto alle materie dei Servizi di Settore assegnati.
      In merito alle responsabilità conseguenti lascio immaginare.
      Cigliegina sulla torta per concludere: negli enti Locali dove non sono previsti i Dirigenti (Abitanti < 15.000) i Responsabili hanno funzioni e responsabilità dirigenziali ma vengono rebribuiti come funzionari, cioè non pagati secondo loro ruoli svolti.
      Buon Lavoro.

  2. Posso confermare tutto quanto il delirio con una sola differenza: abbiamo cercato di ottenere un Cig interpellando telefonicamente sia Acquistiinrete che Anac alla quale abbiamo inviato anche una mail rimasta senza risposta occupando in due persone l’intero pomeriggio

  3. Buongiorno anche io sono alle prese con il tentativo (disperato) di prendere un CIG per non lasciare a piedi nel senso letterale del termine, chi usufruisce della tpl per recarsi a lavoro a scuola ecc.. l’Anac e il Mepa non rispondono, come comune siamo soci di una piattaforma certificata, ma purtroppo nonostante la richiesta non ho ricevuto ancora l’accredito, nel frattempo come si deve lavorare? è un avvilimento totale, anzi uno svilimento della nostro lavoro e della nostra professionalità

    • Fate l’atto di affidamento dando polemicamente atto che NELLE MORE del funzionamento delle piattaforme voi affidate senza cig che verrà acquisito con successivo atto, vista l’urgenza e l’interesse superiore. Io fossi un dirigente firmerei. Poi mi vengano pure a contestare.

    • Idem, per affidamento diretto su MEPA appl.cloud costo 490€. Demenziale! Surreale. Portale Noipa non funzionante. Da Corte dei Conti per non funzionamento e spreco di ingente denaro pubblico. Alcuni membri del CdI di una scuola denunciarono per molto meno seppur a torto. Questo e’ un caso da denunciare a ragione.

  4. Sono ingegnere, responsabile di settore in un piccolo comune. Con l’applicazione della digitalizzazione alla P.A. siamo alla confusione delle lingue, la nuova Torre di Babilonia. Si moltiplicano portali e procedure on-line ridondanti, di difficile comprensione e con molti malfunzionamenti. E quanto costano tutti questi portali, piattaforme, software alla P.A.? A partire dal MEF, all’ANAC, alle Regioni, Commissari, Subcommissari, etc. Quelli che erano i nostri strumenti di lavoro oggi sono diventati il nostro lavoro. L’erogazione di servizi ai cittadini e l’esecuzione di lavori sono diventati residuali nel nostro tempo di lavoro. Efficienza, efficacia, economicità sono andate completamente perdute …

    • Non me ne vogliano a male i laureati in legge ed economia, ma essendo da loro occupati i posti di comando ministeriali ed ANAC, l’attenzione si è spostata sulla procedura di gara e sulla presunta colpevolezza originaria in materia di corruzione. Della buona costruzione di un edificio o di una infrastruttura, o dello svolgimento di un buon servizio o di una buona fornitura, non importo più nulla a nessuno. Lei ha detto bene, l’esecuzione del contratto (come la chiamano loro) è residuale rispetto alla fornitura di dati. Mi viene da piangere.

  5. Buon Giorno
    La situazione è complicata e a dir poco folle, il nuovo codice doveva rendere le procedure più snelle e rapide.
    Per prendere un CIG occorre andare in piattaforma anche se è un affidamento diretto inferiore ai 5000 euro, lasciamo perdere per importi superiori. Se non sbaglio si era detto che l’affidamento diretto non è una gara e quindi non si doveva aggravare la procedura ?
    Id partecipante: non pervenuto
    Ad ora si naviga a vista con molta nebbia.

    • Pur non riuscendo a ottenere un cig perché mi genera un errore che non capisco quale sia, ho sentito un Comune usare questo link per generare un codice che possa funzionare per ID PARTECIPANTE, eccolo qui anche se mi sembra stranissima come procedura

      https://www.uuidgenerator.net/

  6. Confermo anche io quanto espresso dai colleghi. La cosa più avvilente è che i call center non danno il supporto che dovrebbero e giocano ad un continuo rimpallo “delle competenze”: dopo almeno 20 minuti di attesa (si intendono per ogni interlocutore), a specifici quesiti relativi ai campi CCNL oppure Id PARTECIPANTE, le risposte sono:
    – (Acquistinrete) Lei il CIG a chi lo chiedeva? (risposta) Ad ANAC; (Acquistinrete) Quindi dovete chiedere ad ANAC;
    – (Anac) Voi il CIG dove lo state acquisendo? (risposta) sul MEPA; (Anac) Allora dovete chiedere al MePA;
    La situazione è totalmente fuori controllo!

  7. In questo periodo le scuole devono programmare le visite di istruzione, sarà più che complicato gestire le procedure da MEPA.
    Nelle segreterie poi gli annosi problemi di taglio di organici e sempre nuove incombenze che il Mim riversa sulle scuole, il CIG da MEPA un ulteriore aggravio di lavoro.

    • nelle scuole non solo i viaggi di istruzione salteranno ma anche l’acquisto di 10 confezioni di carta igienica!! Se volevano rendere il nostro lavoro più facile nn avrebbero dovuto inserire le Istituzioni Scolastiche insieme agli Enti in questo delirio. Il mio Istituto non ha un ufficio appalti, come un Comune ad esempio, e il personale Amministrativo ,sempre più esiguo. il più delle volte proviene dalla filiera del Collaboratori Scolastici ( senza nulla togliere) ma una volta si diceva AD IMPOSSIBILIA NEMO TENETUR. Sarà il caso che cominciamo a farci sentire o no?

    • Mi chiedo, una scuola che deve procedere all’acquisizione del CIG per una uscita didattica del valore complessivo di Es. Euro 500,00. L’agenzia Viaggi a cui affidare la fornitura del servizio, la deve trovare obbligatoriamente sulle piattaforme on-line, oppure c’e’la possibilitá di interpellare ditte della zona?

  8. Qualcuno come me si trova da solo come unicobfunzionario ad occuparsi degli affidamenti di forniture e servizi e lavorando in smartworking non so dove potermi autonomamente formare per le nuove procedure di acquisizione del cig? Qualcuno può suggerirmi come fare? Grazie

  9. Piccolo comune di provincia, i nostri fornitori e prestatori di servizi locali non hanno capacità e possibilità di accreditarsi alle piattaforma preferendo escluderci come clienti. Di conseguenza loro perdono un entrata, e noi ci tocca fare 30 km per un badile. Ma tanto non è un problema perché comunque non funziona nulla quindi perché allarmarsi? l’importante è il potenziamento della perversione delle sigle TED, ESPD, RdP, ANACFORM, EFORM, SDAPA, ASP, PCP.
    Un successone. Bravi, peggio di così non si poteva fare.

  10. Come tutti anche io ho avuto tante difficoltà ad approcciarmi alla nuova piattaforma per gli appalti pubblici. Ma Co sono voluti ore di studio e tante chiamate all’assistenza ANAC, senza trovare risposta a dubbi o inefficienza della piattaforma.
    Cmq, sono avanti per la compilazione della scheda appalto, sono solo impedito, al momento di digitare nella sezione stazioni appaltanti la voce: Codice Centro di Costo.
    Qualcuno sa dirmi cos’è??
    È la prima colta che mi occupo di appalti, anche se tutti affidamenti diretti sotto la soglia dei 5.000,00 per legge.

    • E’ il codice ANAC assegnato al suo ufficio. Lo può reperire accedendo con il profilo del Responsabile dell’ANAGRAFE della Stazione Appaltante o RASA, tanto per restare nelle sigle, oppure accedendo a SIMOG e visualizzando una vecchia procedura. Nella prima sezione è indicato il centro di costo

    • Il codice centro costo e quello che trovi cliccando sui tre pallini accanto al tuo nome ti apparirà una finestra di dialogo clicca su seleziona azienda e dovrebbero apparire i centri di costo con relativi codici (lunghissimi) della tua stazione appaltante.

    • Sei riuscito a caricare il Codice centro di Costo??? dal menu’ a tendina non lo elenca… quindi non si puo’ selezionare.

      • Il centro di costo lo trovi nella scheda relativa all’ente per cui stai lavorando, in alto a sinistra devi premere i tre pallini ed esce la scheda dell’ente; lì trovi l’elenco dei centri di costo

        • io sto codice centro di costo continuo a non trovarlo….sarò rintronato…ma non vedo nemmeno i 3 puntini…. da che pagina li vedi i 3 puntini?

  11. Sono l’RCPT di una piccola partecipata del comune di Firenze da giorni sto tentando di prendere un cig sulla nuova piattaforma Anac ed ho trovato dei campi assolutamente insormontabili. tipo proprio ID partecipante che è assolutamente vincolante.
    Tra l’altro il servizio del fascicolo virtuale è ancora inattivo.
    Qualcuno è nelle nostre stesse condizioni ? Ricordo che la nostra è una struttura piccola che nel 99 per cento dei casi affida direttamente servizi di sostegno alle attività culturali e quindi non dispone di un ufficio appalti dedicato. Se qualcuno può darci delle indicazioni….ricordo per adesso noi avevamo intenzione di utilizzare PCP e FVOE (quest’ultimo ancora inattivo)

    • Confermo che anche da noi, Unione dei Comuni del Frignano, risulta impossibile capire cosa sia il fatidico ID PARTECIPANTE, che viene indicato come OBBLIGATORIO durante la compilazione della sezione AGGIUDICAZIONI di ANAC FORM ma né MEPA né ANAC sanno dire dove si possa reperire, e tra l’altro nelle schede esplicative di ANAC viene sempre indicato come FACOLTATIVO. Risultato impossibilità di acquisire CIG e conseguente impossibilità di effettuare affidamenti.

      • anche per quanto riguarda il campo obbligatorio codice appalto ..stesso discorso poi però inserendo semplicemente un codice progressivo sembra che non segnali più errori

          • anche noi non capiamo cosa scrivere sul codice appalto univoco che difatto è il CIG stesso , quindi boh????

          • Il codice appalto univoco lo potete trovare aprendo la bozza: ID Bozza. Quello è il codice appalto univoco.

            Più che altro mi domando cosa inserire nello spazio “CCNL applicato”.

      • Per puro caso nel mio piccolo comune abbiamo scoperto che Id Partecipante si genera da un sito esterno a Mepa il cui link è contenuto nelle pagine di supporto e informazione del Mepa esterno… Follia….ma ha funzionato ed alla fine siamo arrivati a conquistare il CIG.

        • Si è vero il codice ID partecipante si genere su un sito esterno eccolo ….comunque ribadisco è pura follia…..
          https://www.uuidgenerator.net/version4
          ho provato e non mi da più quel messaggio di errore quando cerco di generare appalto dalla bozza però ancora non sono riuscito a capire di che tipo di errore si tratta.
          “errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.espd: is missing but it is required”
          Qualcuno sa darmi indicazioni ???

        • Ciao collega,
          siamo disperati. Abbiamo utilizzato il sito esterno per la generazione dell’ID partecipante, ma alla fine della procedura ci dà sempre il seguente messaggio di errore: errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito. $.anacForm.aggiudicazioni[0].partecipanti[0].idPartecipante: does not match the uuid pattern must be a valid RFC 4122 UUID.
          voi come avete fatto???
          grazie per la comprensione

      • Andate sul wiki, nella sezione dedicata alla trattativa diretta al paragrafo 3.3 c’è un link al sito
        https://www.uuidgenerator.net/ il software si chiama Online UUID GENERATOR cliccate sul pulsante nero GENERATE A VERSION 4 UUID e poi “copy” e lo andate ad inserire nel campo dell ANACform

  12. Devo staccare un cig per affidare servizi a enti accreditati – senza gara – e i portali nemmeno contemplano questa fattispecie…………

  13. Nel creare il CIG il sistema non mi fa indicare il CPV corretto. Mi consente di utilizzare soltanto un sotto-Cpv di quello da me individuato, che però non è pertinente con l’oggetto del servizio.
    Faccio un esempio: il servizio corrisponde al CPV “Fornitura di infissi” ma il sistema mi fa selezionare solo i CPV sottostanti (“maniglie per infissi”, “Vetro per infissi”, “guarnizioni” ecc.

    • Noi non abbiamo indicato per niente il CPV nelle schede Anac e così facendo il sistema ha mandato avanti la richiesta di CIG. Indicandolo il sistema, pur dando bollino verde e tutto corretto, ci ha bloccato lungamente l’invio della richiesta di cig dando errore. Tolto tutto e richiesta inviata. Mhà……

    • Il mistero è stato risolto dal punto di vista informatico, rimane ancora sconosciuto il senso dell’inserimento di questo identificativo casuale acquisito da altro sito

      • Io mi chiedo dove li prendono questi sviluppatori, prima gli faranno un test per vedere se disprezzano a sufficienza gli utenti e se riescono ad aumentare a dismisura il data entry prima di completare un’interfaccia, questa roba è l’antidigitale al cubo, posto che il digitale è stato inventato per aumentare la produttività e non per inchiodarla definitivamente a livelli preindustriali

  14. Non riesco a commentare il mio stato d’animo, poichè hanno disattivato il gusto di arrabbiarsi, si parla di digitalizzazione, mentre si dovrebbe parlare di imbalsamazione, un Responsabile di LL.PP. non segue più i lavori a lui assegnati, ma le piattaforme che si intreccano tra loro.
    I pseudo dotti dell’informatica mettono in luce il loro bagaglio di conoscenza per produrre piattaforma sempre più sofisticate, ma non immediate, quindi non efficaci, dissimili tra loro, ognuni ministero ne commissione una, ogni dipartimento un’altra.
    Troppo facile, tu devi impazzire per capire il funzionamento della piattafoprma di turno. Tutto questo è pazzesco.
    Mentre per i CIG nessun commento, hanno detto tutti i colleghi.
    Arch. Marcello Martino

  15. Oggi dopo tanti estenuanti tentativi e consultazioni di piattaforme varie siamo riusciti a terminare un ordine sul mepa con il contestuale rilascio del tanto auspicato CIG.. in poche parole: più semplice progettare le piramidi

    • Io devo fare un affidamento diretto urgente e non sono riuscita a prendere il CIG. Visto che sei riuscito nell’impresa, per cortesia, saresti così gentile di darci qualche indicazione.
      Grazie!

    • Un intero paese impossibilitato a fare acquisti non telematici infra €5.000 perché qualche genio del male inventa “no MEPA no CIG” , davvero non c’è più un limite al raschiare il fondo del demenziale

    • Contestuale? Evvai
      Io sono giusto riuscita a vincere il badge verde nella compilazione di Anacform ma non mi ha partorito il CIG

      • Anche io pensavo di essere ginta al termine quando mi è apparso il fatidico messggio “Richiedi il CIG” poi la beffa mi dice che ci sono errori di compilazione senza precisare quali sono

  16. Come istituti scolastici siamo seriamente paralizzati perché facciamo spesso spese per importi di poche migliaia di euro, gli esperti esterni con fattura elettronica non stanno sul mepa, questo è il tempo dei viaggi di istruzione. Sono giorni che sto studiando e cercando di prendere un CIG sul mepa, ma l’errore è dietro l’angolo soprattutto quando si arriva all fase della pcp. Almeno la pubblicazione di un manuale integrato di tutte le funzioni ci vorrebbe: si salta da mepa ad anac e viceversa.

  17. Anche da noi stessa situazione: trattativa diretta da 15000 euro.
    Qualunque scheda “affidamento diretto” vuole una data aggiudicazione che deve ancora arrivare.
    Abbiamo finito per usare la scheda “procedura negoziata”, ma anche lì: il CPV non gli piaceva, nel quadro economico non è contemplato lo 0 nelle varianti e nelle proroghe, flag incomprensibili qua e là.
    Alla fine abbiamo sflaggato tutto quello che si poteva e sono rimasti 4 dati in croce (alla faccia della trasparenza!) però il CIG ce l’hanno dato. Tra 1 settimana ci sarà l’aggiudicazione e chissà che risate.
    Se siamo arrivati a rimpiangere SIMOG stiamo messi veramente male!
    P.S. a fine anno abbiamo provato l’e-dgue, ovviamente non ha funzionato neanche quello e L’OE non riusciva a generare la sua parte. E poi sull’FVOE mezze richieste sono andate in errore…uno spettacolo!

  18. Semplicemente assurdo quello che sta succedendo. Vogliamo anche parlare dell’assurdita’ del fatto che i Comuni si devono qualificare per fare le gare? Ma il Comune è già qualificato di diritto. Basta! Basta! Basta!

  19. Dopo diverse ricerche sono finalmente riuscito a capire cosa si intente per ID PARTECIPANTE: si tratta di un codice univoco alfanumerico che risponde allo standard UUID VERSIONE 4 , in pratica un codice differente per ogni partecipante e per ogni procedura.
    Per gli affidamenti diretti, le schede ANAC di riferimento richiedono la compilazione del campo “id partecipante”. Per la valorizzazione di tale campo è possibile inserire il codice identificativo univoco (UUID) generato automaticamente attraverso il link https://www.uuidgenerator.net/. Le schede Anac che richiedono questa informazione sono: S1, S2, S4, SC1, AD5, AD4, AD3, AD2_28, AD2_27, AD2_26, AD2_25,A1.29, A1.30, A1.31, A1.32, A1.33

    • Le chiedo se il sito indicato l’ha trovato riportato in un manuale Anac o delle piattaforme certificate oppure l’ha trovato in seguito a una sua conoscenza personale informatica. Grazie

      • il link lo trovi sul wiki, io ho aperto una pagina internet sul wiki e l’altra sul cruscotto, però il wiki è incompleto perchè non esplora le funzionalità di ANACform non ti dice come lo devi compilare in altri campi
        POi c’è la fregatura che a volte entri in Mepa non vedi il cruscotto giusto perchè il sistema ti riconosce come utente default e devi andare all’interno di cruscotto per selezionare “cambia organizzazione”, ma tutti a noi gli sviluppatori più user unfriendly del pianeta?!? di peggio c’è solo INIT, un altro aborto innominabile

  20. inoltre la scheda “Carica file xml ESPD” ma per gli affidamenti diretti di basso importo non è sufficiente l’autodichiarazione?

  21. Buongiorno, io ho inviato regolare diffida. Consiglio di procedere in tal senso. Alcuni campi sono stati impostati come obbligatori quando, per legge, non dovrebbero esserlo affatto tra cui “ID PARTECIPANTE” oppure, ancora più palese, la scheda ESPD perché rinvia al DGUE che è obbligatorio solo oltre una certa soglia. Ciò viola palesemente il principio di buon andamento nonché efficienza efficacia ed economicità.

  22. Qualcuno sa come creare L’ESPD IN XML correttamente, senza accrocchi, in modo che il sistema ne faccia l’upload e non evidenzi errori?

    • dopo che l’hai creato usando il loro link torni indietro e ti danno loro la possibilità di fare l’upload ed allegarlo

  23. Siamo tutti nel medesimo fango (per usare un eufemismo) sempre più alto, denso e fetido generato da soggetti che certamente vivono fuori dal mondo reale.
    Prima di essere occupati lì dove lo sono dovrebbero fare una gavetta di un paio d’anni in uno dei nostri piccoli uffici “di trincea” (piccoli Comuni, uffici ASL, uffici scolastici ecc….)
    Ma, dapprima dubbio e ora sempre più convizione, credo che siamo noi che sbagliamo.
    Tutto.
    Sono anni che (da buoni sudditi) assecondiamo questi deliri lisergici invece di organizzarci e ribellarci (civilmente e pacificamente s’intende) a queste angherie.
    Occorrerebbe fissare una data, quel giono inviare tutti la medesima mail di preavviso di civile dissenso e ammutinamento e il giorno dopo fare tutti un affidamento diretto da 1.000 € senza CIG e fuori piattaforma per corrispondenza secondo l’uso del commercio.
    Sarebbe curioso sapere poi se metterebbero sotto inchiesta un’intera categoria e migliaia di funzionari pubblici oltre che di operatori economici per chissà quale reato.
    Da Italiano ho sognato per anni la lotta alla corruzione ma se gli strumenti sono questi e i risultati sono quelli che troppo spesso si apprendono dai media…….. allora è tutto un fallimento.
    E l’anticorruzione, fra costi diretti e indiretti, corre il rischio di raddoppiare il già grave costo sociale della corruzione stessa!

    • Approvo totalmente il tuo scritto: dovremmo mobilitarci tutti come operatori, perché questo sistema costruito negli anni (alla faccia della “semplificazione” delle procedure amministrative), ha metaforicamente innalzato un edificio così pesante e complesso che sta di fatto implodendo su se stesso, seppellendo con le proprie macerie quelli che ci lavorano all’interno.
      L’entusiasmo e la professionalità che hanno sempre animato la categoria dei lavoratori pubblici nel suo insieme, al di là delle situazioni di inefficienza e disaffezione che sappiamo esistere ma che non rappresentano certo la totalità del lavoro della PA, non sono più sufficienti a sostenere il peso di quelle macerie.

    • Completamente d’accordo.
      Potremmo poi aggiungere uno sciopero bianco.
      Vogliamo lavorare bene per garantire servizi e infrastrutture di qualità ai cittadini, alle comunità.
      Lo facciamo tutti, con grandissima fatica in un sistema che non dipende direttamente da noi: un macchinario pensato e progettato per essere inefficiente.

      Benissimo la digitalizzazione, se fatta bene e con senso.
      Malissimo se ci trasforma in scimmie ammaestrate a risolvere enigmistica informatica.

      Siamo in tanti, secondo me, pronti ad una civilissima e ferma protesta.

  24. Buongiorno, dopo aver miracolosamente creato bozza di appalto per servizi pari a € 500,00 nel passaggio alla creazione appalto appare l’errore di sistema con dicitura “errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.espd: is missing but it is required”…è capitato anche a qualcuno di voi per caso?Grazie

    • io sono nella tua stessa condizione…. sono da ore al call center dell’anac …con una musica barocca in attesa mi sto appisolando….“errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.espd: is missing but it is required” solito errore dopo aver superato l’altro ostacolo dell id partecipante.

      • Grazie, visto che è indispensabile la rete di collaborazione tra noi funzionari ti chiedo se hai qualche notizia di aggiornarmi. Ovviamente ogni utile informazione sarà da me altrettanto condivisa.
        Marco

    • Ho più che il sospetto che questa indicazione sia generata dall’assenza del DGUE (che a me risulta obbligatorio per l’ottenimento di un CIG da 275 (!) euro in un affidamento diretto.

    • apri una pagina e tieni il wiki aperto , consulta la sezione che ti interessa es: trattativa diretta e poi fai crea RDO , il sistema per ora e “NO MEPA NO CIG quindi se vuoi generare un CIG devi avere un operatore iscritto a MEPA, compili il form ANAC , ti servono dati che l’ex smartcig non chiedeva , 1) il codice AUSA della stazione appaltante, gugoli “ricerca codice AUSA” e vai sul link del sito ANAC dove lo ricerchi tramite il CF della tua stazione appaltante 2) il codice ISTAT anche lì il trucco è inserire quello della tua provincia nel campo, si apre un elenco a discesa dove vai a selezionare la città, 3) l’ID partecipante lo generi cliccando sul link del sito inglese che genera l’id, lo copi e lo incolli nel campo apposito, quando hai compilato tutto giusto, i pallini (badge) da rossi diventano verdi e puoi fare salva e cliccare sul bottone pronta per la trasmissione, dopo vai su COMUNICA CON PCP, CLICK su Invia a PCP e in basso ti genera il CIG, un parto trigemino 4) il CCNL applicato pare sia obbligatorio ma mi domando cosa ci scrivi per le forniture, io avevo da caricare un lavoro di tinteggiatura di un artigiano senza dipendenti, sono degli sciattoni bestiali che manco leggono le norme prima di sviluppare i software. se non riesci cercami alla Procura di Cuneo che provo ad aiutarti

  25. Siamo alla follia …amministrati da dei Delinquenti …..ma sta gente sa cosa vuol dire riparare un rubinetto!, un cesso, una maniglia di una porta …ma dove cazzo vivovo? Dobbiamo immobilizzare l’italia è l’unico modo per fa capire a questi incompententi la situazione

  26. è l’ennesimo disastro annunciato! che dimostra l’ottusità dei nostri burocrati che sono riusciti molto efficacemente a complicare norme chiare e di semplificazione!
    la digitalizzazione completa del ciclo acquisti è un cambiamento epocale, con conseguenze molto pesanti sulla generazione del PIL del paese e chiunque poteva capire che doveva essere preparato con adeguata formazione (facendo testare preventivamente il sistema a chi conosce la materia) e portato avanti per fasi successive, per step, per esempio per fasce di importo od oggetto, mantenendo temporaneamente smartcig e cig per affidamenti diretti o trattative sotto una certa soglia.

  27. Acquisizione dei CIG
    A decorrere dal 1° gennaio 2024, l’acquisizione del CIG viene effettuata direttamente dalle piattaforme di approvvigionamento digitale certificate che gestiscono il ciclo di vita del contratto, mediante lo scambio di dati e informazioni con la BDNCP. Di conseguenza, il CIG non deve più essere acquisito inserendo dati in un sistema separato, come succedeva con SIMOG/SmartCIG. Non esite più lo SmartCIG, ora tutti i contratti sono gestiti mediante acquisizione del CIG.
    La gestione del contratto sulla piattaforma di approvvigionamento digitale certificata consente di acquisire immediatamente il CIG, al momento della gestione della specifica fase del contratto che lo richiede, mediante scambio di dati in modalità interoperabile tra BDNCP e la piattaforma.
    L’acquisizione del CIG è obbligatoria non solo per tutti i contratti pubblici che sono sottoposti alla disciplina del Codice, ma anche per diversi tipi di contratti esclusi dal Codice, nonché per tutte quelle fattispecie sottoposte agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136.
    Per queste tipologie è stata prevista una duplice possibilità per acquisire il CIG: ricorrere alle piattaforme certificate oppure utilizzare un’interfaccia web messa a disposizione dalla Piattaforma contratti pubblici – PCP (sezione della BDNCP).
    Ulteriori e più dettagliate indicazioni sulle modalità di acquisizione dei CIG per le varie casistiche indicate e per alcuni ulteriori casi particolari, sono contenute nel Comunicato adottato, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con delibera n. 582 del 13 dicembre 2023, consultabile sul sito ANAC al seguente link:
    https://www.anticorruzione.it/-/delibera-n.-582-del-13-dicembre-2023-adozione-comunicato-relativo-avvio-processo-digitalizzazione.
    Le modalità alternative di acquisizione del CIG sono valide fino al 30 giugno 2024, con successiva comunicazione verranno rese note le nuove indicazioni.

    • tutto chiaro, anche il fatto che un’intera platea di operatori economici così minuscoli da non poter/volere sostenere i costi burocratico/amministrativi dell’iscrizione a Mepa, sono stati magicamente buttati fuori dal mercato della PA, il principio antigiuridico “NO MEPA NO CIG NO AFFIDAMENTO è il percolato MEFITICO di questa operazione infima… in un contesto dove chi ha scritto il nuovo codice appalti si sciacqua la bocca con il principio di concorrenza e massimo allargamento della platea dei contraenti, che dire….diciamolo alla Paolo Conte…..Era un mondo adulto….si sbagliava da professionisti

  28. Purtroppo se avete seguito l’iter di questa norma, anac non era minimamente pronta ad attivare il tutto al primo di gennaio, ed ha comun que “costretto” le varie piattaforme di e-procurement ad adeguarsi a qualcosa di instabile in tempi che definire record sarebbe un complimento.

  29. Solo un soggetto è riuscito a paralizzare l’attività di regioni, province, comuni, scuole, università, enti parco, aziende ospedaliere più di quanto non sia riuscito a fare l’attacco ransomware dell’otto dicembre scorso. Ci è infatti riuscita la stessa ANAC, con questa nuova procedura di richiesta CIG progettata in modo assurdo e senza nessuna indicazione operativa seria. Bene.

  30. Confermo che il id partecipante si deve generare un codice da un sito che dalle istruzioni mepa è questo: https://www.uuidgenerator.net/version4 (basta copiare il codice in grande in alto) viene generato casualmente.
    Io invece sono bloccato nell’inserimento (incredibile) del codice ISTAT, che ho sempre saputo essere collegato al comune di appartenenza (nel mio caso 027015), ma non c’è verso…non lo vuole prendere…

    • il codice è di 8 cifre. Se il suo comune è fossalta di piave provi ad aggiungere 10 all’inizio. Avevo lo stesso problema col mio, dovrebbe uscirle un menù a tendina dal quale selezionare

  31. Secondo voi, non ci sono gli estremi per denunciare i presidenti di ANAC e CONSIP per interruzione di pubblico servizio?

  32. Ma soprattutto avete certezza del fatto che non si possa più operare fuori piattaforma elettronica? Se neppure sotto i 5.000 euro come previsto dall’art. 1 comma 450 L. 296/2006 si possono fare Trattative Dirette a mezzo PEC penso che molte amministrazioni arriveranno al collasso.

    • Mi sto chiedendo questa cosa dal 2 gennaio!!! Visto che il codice mi dà la possibilità di fare un affidamento diretto, devo farlo per forza ad operatori iscritti al Mepa?? Non posso agire extra Mepa con richiesta di preventivo a mezzo Pec?? Non c’è nulla di chiaro

  33. Sono un RUP. La Presidenza del Consiglio deve intervenire con un Decreto immediato che cancelli ANAC e le varie inutili piattaforme. Torniamo al preventivo via PEC almeno fino a 150.000 euro. Per l’efficienza della PA.

  34. Noi ci siamo riusciti oggi a pubblicare una trattativa diretta e un confronto tra preventivi!! ….ma confermo tutte le difficoltà e le mancate risposte del call center…mi sa che non sanno nemmeno loro come funziona!!! Si va per tentativi e intuizioni …poi però…. sta succedendo che i fornitori non riescono più nemmeno loro ad accedere al Mepa… e così si blocca tutto!!!

    • Quale scheda ANAC avete usato?
      Perché tutte le schede “affidamento diretto” hanno il campo obbligatorio “data aggiudicazione”, che ovviamente non si può sapere dato che la trattativa deve ancora essere pubblicata.
      Noi abbiamo risolto usando la scheda “procedura negoziata”, ma non sono così sicuro che sia la strada giusta.
      Su altre piattaforme, ad esempio, le trattative vengono gestite senza CIG e poi si manda tutto in fase di aggiudicazione.

  35. diciamo la verità, non è solo questa novità a creare problemi, rallentamenti, inefficenze: pensiamo per esempio a cosa sono riusciti a sfornare questi paladini della semplificazione in questi ultimi anni ( regis, portali rindondanti, solo password e poca pratica). Gente che non ha mai lavorato. Complice questo PNRR che con i suoi assurdi vincoli e riforme obbligatorie ( perchè anche il nuovo codice appalti è una conseguenza del PNRR).
    UNA UNICA SOLUZIONE : RIFORMA DELL’ANAC IMMEDIATA.
    In un mondo ideale la procedura con l’anac dovrebbe risolversi in una semplice visura dove il rup inserisce il codice fiscale dell’operatore economico ed in uscita un solo risultato(positivo o negativo) sullo stesso.
    Invece inventano portali, sigle e burocrazia informatica.
    Non andremo da nessuna parte. E, a proposito addio definitivo al PNRR entro il 2026: se prima era un azzardo, adesso è una certezza…..mettimo pure 2030 come nuovo termine, forse ce la facciamo

    • ho provato a chiedere un cig sulla piattaforma ma fono a questa mattina (11/01/2024) non è ancora presente la scheda AD5 che dovrebbe essere quella dedicata agli affidamenti sotto i 5mila….
      non ci sono parole per descrivere questa situazione, sono dei folli alla guida di un autobus all’interno di una vetreria…

  36. A prescindere dal tipo di scheda, dalla data, dall’ID Partecipante, da ogni cosa mi venga in mente… immancabilmente, alla richiesta del CIG, il sistema mi risponde “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG”, inviandomi comunque un messaggio di sistema che dice “Scheda PCP pronta per la trasmissione”. Temo che chi è riuscito a finire un affidamento sia passato per un fortunato corridoio spazio-temporale e vorrei sapere se riesce a replicare l’evento.

    • è necessario verificare che nel campo Oggetto sotto la sezione Dati generali di Gara- Dati base e nel campo Oggetto sotto la sezione Aggiudicazioni-Dati base non siano presenti caratteri speciali (incluse lettere accentate)

  37. Salve gentili e sventurati colleghi, lo scoramento e la frustrazione ci stanno sommergendo: siamo una CUC dell’Emilia Romagna e da lunedì in 9 stiamo vanamente cercando di assumere CIG, sia tramite MEPA che PCP…senza alcun risultato! E’ un caos totale! Dopo aver superato molti ostacoli e siti esterni per l’Id. partecipante, un altro tranello è il “codice centro di costo” (campo obbligatorio) che non riusciamo ad individuare nonostante le Vs. indicazioni. A parte nei vecchi CIG dove lo posso reperire? Grazie e coraggio!
    Se volevano semplificare direi che l’obiettivo è molto lontano dall’essere raggiunto!

  38. La cosa che sarebbe ridicola se non fosse tragica è che nessuno ha la decenza e umiltà almeno di scusarsi con un intero Paese attualmente al palo nelle pubbliche commesse (e pubblica utilità) e che invece si spertichino ancora nel burocratese da editto parlando di “notevoli benefici in termini di semplificazione, razionalizzazione e velocizzazione delle procedure, con evidente e apprezzabile risparmio di costi e tempi”.
    Ci prendono in giro e ci trattano proprio come pezze da piedi.
    Se questo è un paese civile……

  39. annuntio vobis gaudium magnum ! HABEMUS cig !
    Sono riuscito a prendere un cig di 6K per allestire un piccola mostra e utilizzando la piattaforma contratti pubblici Anac.
    Ancora devo capire bene come ho fatto ma ho il Cig !!!
    Dopo lo scoglio ID partecipante dopo l’obbligatoria presa in carico del DGUE ecc… c’è da superare gli ostacoli della verifica appalto, della conferma appalto e anche della verifica operazione (unico modo per capire i campi magari non valorizzati che impediscono l’acquisizione del cig) ce l’ho fatta. Rimango a disposizione per consulenze ….ovviamente gratuite ! 🙂

      • il codice del centro di costo lo trovi se apri il tuo profilo il alto a sinistra, dove si vede la stazione appaltante a cui afferisci

        • Grazie mille, alla fine ho scaricato da ANAC un file zippato pesantissimo con tutti i codici dei centri di costo di tutta Italia…..comodissimo da consultare, ma con un paio di filtri lo sistemo….robe da matti !!! Ostaggi
          di un codice…..

    • Ciao ANDBATIS, scusami per la domanda ma non dovrebbe essere obbligatorio l’utulizzo del Mepa o simili per l’acquisizione di CIG sopra i 5K? Come è possibile che la CPC ti abbia permesso l’acquisizione di un CIG? Aiuto…

    • scusa ma sulla piattaforma contratti pubblici il cig ti è arrivato subito o quanto hai dovuto attendere? io da bozza appalto (affidamento sotto i 5mila euro) sono riuscita nell’impresa di creare l’appalto, ma al momento non lo visualizzo in gestione appalti (???) e, se provo a ricreare l’appalto dalla bozza, mi dice però che il codice appalto esiste già. ovviamente del cig neanche l’ombra!!!

    • Perfetto! Ho bisogno di una consulenza. Sono Responsabile di un piccolo comune, arrivata alla fine della procedura di assunzione del cig su MEPA , mi segnala errore senza dirmi quale!! Un delirio
      Grazie se vorrà rispondermi

    • Beato te!!! Cosa hai messo nel codice ISTAT? Qualsiasi cosa inserisco mi dice che non è valido…

  40. GIOVEDì 11.01.2024 ORE 13.21 è passata un’altra giornata nel tentativo vano di ottenere un CIG per un affidamento sotto soglia di € 5.000..GRAZIE ANAC!

  41. Ci siamo riusciti, basta seguire le indicazioni nella wiki,
    la richiesta del cig nella fase finale la può fare solo il RUP non il PO o il PI.

    • Buonasera, io sto provando ad acquistare buoni pasto in accordo quadro. Alla richiesta del CIG ricevo sempre lo stesso errore “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG. Correggi gli errori e risottometti la richiesta.”

      • Non ho capito perchè ma succedeva anche a me. Poi ho lavorato su un’altra postazione e magicamente ha funzionato senza fare nulla di diverso. Forse solo opera dello Spirito Santo.

  42. Buonasera, per una trattativa diretta di fornitura di 5.000,00 € avete suggerimenti su cosa inserire nel campo CCNL ? Prima per un acquisto del genere ci voleva al massimo un’ora, tutto compreso…
    Grazie.
    Luigi

  43. Incredibile, l’intero sistema degli appalti in ostaggio di un codicino trasformato in un mostro di burocrazia. Temo che chi ha progettato questo sistema informatico sia solo un ridicolo dilettante.

  44. Ma oltre alla follia per reperire un nuovo CIG.
    Se qualcuno, come me, si trova nella sventurata situazione di dover rettificare un vecchio SmartCig, come fa?
    La piattaforma SmartCig è totalmente fuori servizio e la procedura sulla PCP non contempla la rettifica dei vecchi cig….
    Aiuto.

    • Qualcuno ha notizie di come si prende il CIG nella PCP per incarichi diretti sotto i 5000€? Dobbiamo aspettare la scheda AD5? Aiuto!!

      • Creando il nuovo appalto, l’ultima voce disponibile è AD5 – Affidamento diretto solotto i 5k. Devi selezionare quella

  45. Un aiuto per il CCNL
    Il CNEL pubblica un DB (estraibile in tabella CSV) di tutti i CCNL firmati dalle rapp.sindacali ed il COD ALFANUMERICO unico https://www.cnel.it/Archivio-Contratti/Contratti-in-Open-Data
    Sono infiniti (2000 righe), fate filtro sul titolo (inizia con .. CCNL), sul settore e sui firmatari Contraenti (CONTIENE ..) quali le principali rapp.sindacali, in questo modo riuscite ad orientarvi. Era disponibile anche un DB con “numero lavoratori 2021”, che aiutava a scegliere il maggiormente rappresentativo https://docs.google.com/spreadsheets/d/1fP84wc_hEipnIxAkOE7MrKaMKmPZuOrT/edit?usp=sharing&ouid=101005317197338705201&rtpof=true&sd=true

    • io nel mio appalto “di prova” per una fornitura fittizia, ho scritto “edilizia” e non mi ha dato errore. Collega che è riuscita a parlare con call-center ANAC gli ha detto di mettere qualsiasi cosa. Un’altra collega ha messo 2022, come hanno dell’ultimo contratto ed è andata avanti

  46. Per la cronaca il codice identificativo è creato attraverso Generatore UUID online https://www.uuidgenerator.net (alla fine l’indicazione l’ho trovata in wiki acqisti in rete PA), ma nonostante avessi compilato correttamente le varie fasi ANACFORM al momento di richiedere il CIG la procedura, ripettuta ripetutamente, ha sempre restituito un messaggio di errore. Ho proceduto ad aprire un ticket di assistenza e mi è stato risposto inviandomi il manuale che già conoscevo e in ogni caso di fare riferimento all’ANAC.
    Di più: a fronte del comunicatto ANAC di ieri pomeriggio dell’avvio di una scheda nella PCP per i contratti infra € 5000 al momento quella scheda è presente solo nelle demo illustrative e non è ancora disponibile.
    Tutto ciò nel momento più critico che quello dell’avvio del nuovo esercizio che notoriamente è sempre ingombro di incombenze di urgente necessità. Sbagliata la tempistica nonchè la metologia raffazzonata e ridondante.

    • nel campo “dati base aggiudicazione” che data avete messo? (poichè in teoria non vi è ancora stata l’aggiudicazione)

  47. Se volevano avviare in Paese sulla strada del DEFAULT ci stanno riuscendo alla grande. Tra poco cominceranno a vederne le conseguenze anche i non addetti ai lavori. Tristezza e preccupazione infinita come cittadino e come trentennale dipendente della pubblica Amminstrazione.

  48. Tra le altre informazioni da aggiungere sul form AD5 di ANAC per affidamenti <5k c'è da in inserire il campo Codice Appalto (Univoco) obbligatorio. Dove avete trovato questo valore?

  49. Da oggi comincia a dare feedback sugli errori… Sono riuscito così a capire che il codice AUSA dev’essere di 10 cifre e ho inserito 4 zeri davanti alle 6 cifre che avevo prima: 0000XXXXXX. Poi mi ha segnalato un campo vuoto tra i costi nel form ANAC e, alla fine, son riuscito a ottenere il mio CIG. Peccato che per tornare alla maschera solita devi fare un giro assurdo, perché se premi indietro dai vari form dell’ANAC, ESPD etc ti rimanda sempre al cruscotto. Comunque, male malissimo ma almeno qualcosa si è mosso. Segnalare l’evolversi della situazione sarebbe però il minimo sindacale per un servizio obbligatorio e fondamentale di questi tipo.

  50. Dopo aver superato tutti gli scogli da voi descritti ed essere riusciti
    ad inviare la richiesta CIG, torna subito indietro questo errore:
    ERR97 – Cup non valido
    Si tratta di un affidamento diretto di 445 euro ad un falegname
    non necessita assolutamente di CUP che abbiamo lasciato vuoto
    come sempre. Qualcuno mi sa aiutare?

          • PERò HO PRESO UN ALTRO CIG E NON è STATO NECESSARIO INSERIRE ALCUN CUP. ABBIAMO CHIAMATO IL CALL CENTRE DI CONSIP E CI HA DETTO CHE E’ UN PROBLEMA CON ANAC. HO CANCELLATO LA CACHE E OGNI TANTO AGGIORNO PER VEDERE SE LO HA GENERATO. INTANTO COSì…

        • Io ho appena chiamato il Mepa per questo errore e mi hanno risposto che è un problema del portale che stanno tentando di risolvere e che sperano di sistemare entro la giornata di domani. Suggeriscono di ritentare giovedì…

  51. Salve, io dico da giorni che l’ID Partecipante (ossia UUID delle specifiche tecniche rilasciate da AGID per l’eDGUE) si trova all’interno della Request dello stesso eDGUE; un file in xml (da generare, compilare, eventualmente richiedere al partecipante e pubblicare) che si apre facilmente con un editor di testo per poi cercare con la funzione trova UUID, copiare e incollare.
    Il vero problema è che MePA non ha idea, ANAC consiglia il generatore random di UUID (assurdo!!!), ma in realtà c’è tutto dentro il file XML del DGUE elettronico.
    Ad esempio, io utilizzo oltre al MePA un’altra piattaforma certificata: quando si crea un nuovo appalto questo famoso UUID non compare; appare si clicca un tastino verde per generare l’XML del DGUE …. magicamente ti appare il codice. Lo stesso ho potuto notare proprio ora nella piattaforma PCP – scheda AD5 …. ID partecipante (ovvero UUID) appare subito.
    Rimane ancora da risolvere il codice univoco appalto su PCP!!!!!
    Vi terrò informati.

    • Sono riuscito ad arrivare anche io al fatidico bottone richiedi CIG ….ma dopo come premo verifica mi segnala ERR97 – Cup non valido …ma se è un servizio di riparazione di 400 €…che devo inserire? qualcuno ha la soluzione….

  52. Gentilissimi colleghi, condivido la mia esperienza: dopo aver compilato con molta fatica e qualche invenzione gli altri form, sono riuscita ad arrivare al fatidico COMUNICA CON PCP e non era attivo il pulsante RICHIEDI CIG. Siamo quindi tornati alla pagina ANACFORM e abbiamo evidenziato il pulsante PRONTA PER LA TRASMISSIONE, probabilmente, anche se già cliccato in precedenza, si disattiva se viene modificato/integrato qualcosa nelle schede precedenti.
    Spero di esservi stata utile

  53. Buongiorno, ho appena richiesto cig da MEPA per procedura aperta x servizi…appare un generico richiamo ad errore
    “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG. Correggi gli errori e risottometti la richiesta.” peccato che in realtà la compilazione sia corretta e non siano evidenziati errori nelle varie schermate precedenti. A qualcuno di voi è mao capitata una situazione analoga?Grazie per la collaborazione.

    • è necessario verificare che nel campo Oggetto sotto la sezione Dati generali di Gara- Dati base e nel campo Oggetto sotto la sezione Aggiudicazioni-Dati base non siano presenti caratteri speciali (incluse lettere accentate)

  54. Inutile dire che un sistema così cavilloso non si è mai visto!!! Dopo aver seguito tutta la procedura per la richiesta del CIG indica sempre errore senza informare dove correggerlo e le conferme risultano tutte verdi e positive. La nostra scuola come tante altre sono ferme al palo, non è possibile quindi procedere con nessun tipo di acquisto ed abbiamo i viaggi di istruzione urgenti! Mi viene da ridere per non piangere! Quando si accorgeranno che nessun ente legato alla pubblica amministrazione non fa più buoni d’ordine forse si sveglieranno a trovare una soluzione. Comunque perdere intere giornate a capire come ottenere un cig è semplicemente allucinante, vorrei capire chi sono i geni che hanno ideato un sistema impossibile come questo! Ma non dovevano snellire le procedure,?la burocrazia?, etc…..E’ davvero mancanza di rispetto per chi lavora. Ormai siamo diventati tutta una SIGLA: PNRR, DURC, CIG, PASSOE, TED, AUSA, NUTS…… Al 31/12/2023 per un CIG bastava 1 minuto (quando non c’erano problemi di sovraffollamento di richieste) e dal 01/01/2024?????? Beato chi è andato già in pensione!!!!!!!

    • sottoscrivo tutto.
      è avvilente.
      un lavoro ( a vuoto) nel lavoro.
      l’unica è affidare con riserva di comunicazione del CIG. non saprei cosa altro inventarmi….

  55. Si, mi è capitato giusto stamattina, il servizio di supporto telefonico Mepa dice che i tecnici stanno lavorando per risolvere il problema e non hanno saputo dirmi in che tempi.
    Io continuo a provare, se qualcuno ha ulteriori notizie ci illumini per favore.

    • no, ci sto provando, è tutto bloccato non mi dà più neanche la tendina con gli appalti in lavorazione (2) nè le bozze (che a quanto pare sembrano plurime in ragione delle conferme più volte inoltrate a causa del malfunzionamento di cui sopra).
      signori, non so cosa fare. son molto preoccupato.
      in tutto questo sono in attesa dell’abilitazione a poter lavorare e recuperare il CIG sulla piattaforma alla quale solitamente ci appoggiamo (no MEPA, non faccio nomi per garbo…).

    • NO, non ci sono riuscito. avevo quasi completato un ordine mepa ed acquisito il cig, ma quando sono andato per inviarlo ha dato errore e quel numero di ODA è sparito dal sistema…….su PCP è rimasto il suo CIG
      il mepa mi ha detto che dovevo rifare l’ordine e io l’ho rifatto, ma a questo punto va in errore al momento della richiesta del CIG.
      abbiamo provato anche a richiedere un cig per AD5 su PCP per un ordine di un fornitore non iscritto a mepa. la richiesta è in elaborazione da ieri….
      stamani alle 8.00 si entrava bene su pcp, ora non c’è verso di entrare.
      siamo un’azienda sanitaria e non riusciamo a fare un ordine, se non per contratti già stipulati e per cig precedentemente acquisiti. GRAZIE ANAC!

        • accedi qui https://www.anticorruzione.it/-/piattaforma-contratti-pubblici
          e crea una una bozza scegliendo la scheda AD5.
          inserisci tutti i campi che sono obbligatori e quando arrivi in fondo clicca su VERIFICA APPALTO. poi dopo un po’, ma non so dirti quanto, rientra sull’appalto e clicca su CREA APPALTO. se lo ritrovi nello stato di PUBBLICATo, hai finito ed hai ottenuto il cig.
          stamani tra le 8 e le 8.30 il portale funzionava, ora è piantato
          ho chiamato anche il Contact Center 06-62289571 e la gentile signora con cui ho parlato, mi ha detto che sono nel delirio più totale………..AUGURI!

    • SU PCP Sì, SUL MEPA SOLO AFFIDAMENTI DIRETTI, CON TRATTATIVA EVOLUTA ANCORA NULLA…ERRORE41 ERRORE GENERICO, DA IMPAZZIRE

  56. buongiorno
    scusate cosa fare se il sistema dà questo errore

    ERR38 – codiceAppalto giàpresente

    Grazie in anticipo

  57. ANGELO IL 15 GENNAIO 2024 AT 16:13 HA SCRITTO:
    buonPOMERIGGIO
    scusate cosa fare se il sistema dà questo errore, è DA STAMATTINA CHE PROVO

    ERR38 – codiceAppalto giàpresente

  58. Da due giorni, per tre trattative dirette, con tutti i “semafori verdi”, il sistema al momento del rilascio del CIG riporta sempre il solito errore: “Si è verificato un errore
    I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG. Correggi gli errori e risottometti la richiesta”
    Non se ne esce….

    • Buongiorno…ho riprovato stamattina alle 8.10 e l’errore si è evoluto in “ERR41 – errore generico durante la validazione dei dati della scheda”…tra l’altro mi hanno suggerito dall’assistenza MEPA “…provi ad aprire MEPA in navigazione incognita di chrome e veda se funziona la richiesta di cig…”.

      Marco

    • Stesso problema per adesione ad un accordo quadro!
      Che si fa?
      Mepa ed ANAC si rimpallano le responsabilità…

      Siamo disperati!

  59. Grazie Maurizio per il tuo articolo che ha in modo lucido messo in evidenza la superficialità e l’inadeguatezza del sistema rispetto alle esigenze concrete di chi si trova ad operare. Alcune volte, soli nel nostro lavoro, possiamo avere l’impressione di essere noi non sufficientemente preparati o adeguati, ma sempre di più ho conferma che il problema sta da un’altra parte. Probabilmente basterebbe l’umiltà di chi struttura sistemi fantascientifici di far testare il proprio prodotto a chi si trova ad operare sul campo.

  60. Neanche la PCP si è ripresa

    MESSAGGIO

    Sistema al momento non disponibile

    Ci scusiamo per l’inconveniente.

    Si prega di riprovare più tardi.

    [ID Errore]: 100

    Torna a Portale Servizi

  61. Sulla piattaforma PCP sono riuscito ad arrivare alla fine, ma, al momento di creare l’appalto, mi dà come errore bloccante “ID tipologica non valida – ‘cpvPrevalente’ “. Il codice CPV è inserito correttamente, mentre non so cosa inserire alla voce “ID Tipologica”. Ho provato tantissime volte, inserendo la definizione di CPV, il codice, ecc., ma niente. Nelle istruzioni non riporta nulla. Qualcuno sa dirmi come risolvere? Grazie.

  62. Io ho 3 APPALTI ( 2 presi su PCP e uno su SINTEL e-procurement di Regione Lombardia) che risultano da 3 giorni in lavorazione… a qualcuno si è sbloccato?

    • Teoricamente deve continuare Lei la procedura, entrando in Gestisci Appalto e in basso nella pagina tasto verde Conferma Appalto

  63. Gentilissimi “colleghi”, oltre all’errore “ERR38 – codiceAppalto giàpresente”, da me sperimentato a più riprese, qualcuno si è imbattuto nell’errore “ERR97 – Cup non valido”? Il CUP non è obbligatorio per tutte le procedure, peraltro nell’ANACFORM (che mostra i mitici pallini verdi!) non risulta essere asteriscato. Mi associo all’avvilimento di tutti quanti, considerato che, sono RUP/RP di una stazione appaltante che non sono io e, giusto per non farsi mancare nulla, risulto essere Datore di Lavoro (con le note responsabilità derivanti) che non riesce ad effettuare gli acquisti ai fini del DLgs 81/2008.

  64. Senza attenuanti. I sistemi sono tutto fuorchè INTEROPERABILI. PCP in crisi. Consip in crisi. GAAP e altre in crisi. Sistema accessibilità SPID/CIE messo in crisi da AGID.
    Non ci sono parole per descrivere il fallimento di questi primi 16 giorni. senza considerare la pezza a colore messa per gli affidamenti infra 5k dove NACA si è inventata legislatore e ha deciso (chiaramente a fin di bene) di “integrare” il Codice a modo suo.
    Non ho parole.

  65. Paese kafkiano: tra INIT e nuovo acquistinretepa/ANAC c’è da chiedersi seriamente in quali mani sia l’apparato pubblico. Pare che le poche riforme davvero immediatamente, concretamente rilevanti sul PIL e sulla società sfuggano al controllo e alla comprensione del Parlamento e del Governo. Roba da schizoidi, il tutto paradossalmente nel nome della semplificazione e della digitalizzazione.
    Enti locali, scuole e uffici statali abbandonati a sé stessi, senza un briciolo di programmazione sensata né di formazione doverosa.

  66. Dopo numerosi tentativi di ieri (errori vari, ERR 97, ERR 48, ERR 31……), stamattina, alle 8, sono riuscito ad avere il primo CIG con trattativa Mepa.

  67. Buongiorno a tutti, chiedo se qualcuno sta riscontrando il mio stesso problema: ho creato su MEPa un confronto fra preventivi, inserendo 5 operatori; al momento di inviare la richiesta del CIG mi compare questo messaggio “ERR74 – idPartecipante = 47f1bafc-d197-431a-b282-f10959c9e35c – codiceFiscale = XXXXXXXXXXXXXXXX” e nei partecipanti compare una sovrapposizione dei dati, nel senso che se invito Luigi, Mario, Paolo, Luca e Anna, dopo il tentativo di richiesta del CIG i partecipanti risultano Luigi, Anna, Anna, Anna, Anna. Ho chiamato call center MEPA che ovviamente mi rimanda ad ANAC, ma il centralino ANAC neanche squilla stamattina.

    • E’ capitato anche a me…occorre continuare a rigenerare codici Id Partecipante correggendo manualmente le duplicazioni finchè il sistema le memorizza correttamente in fase di richiesta CIG.

      • Grazie Marco, l’ho fatto almeno cinque volte senza esito….. riproverò stamani. Comunque la cosa fantastica è che ho chiamato il call center Consip che mi ha rimandato al call center Anac; l’operatore del call Center Anac, che sono riuscita a contattare solo dopo le 13.00, trattandomi come una troglodita, mi ha detto che per i problemi della piattaforma MEPA non devo certo contattare ANAC, ma MEPA…. non commento se no divento davvero una greve troglodita!!!!!

  68. Chiedo aiuto a chi è già riuscito nell’impresa… Non riesco a trovare un codice ISTAT che venga riconosciuto come valido. C’è un formato particolare per inserirlo? Grazie a tutti

    • Ci sono riuscita!!! Scrivi il codice Istat del Comune, clicchi fuori e poi di nuovo nella casella e cancelli le ultime cifre. In quel momento ti appare la lista delle città della provincia e puoi sceglie cliccando.

  69. Quando fra qualche mese usciranno i dati sull’azzeramento dei contratti pubblici a gennaio 2024 rideremo tutti…e spero che finalmente qualche testa cadrà (gli appalti valgono qualcosa come il 15% del PIL italiano).

  70. Siamo capitati in una lotta di potere tra Governo ed autorità indipendenti. Che intervenga il Governo per la soppressione dell’art. 19 del D.L. 24 giugno 2014, n. 90 e, se necessario, istituisca altro organismo in materia di trasparenza e prevenzione della corruzione che impedisca il fallimento del “sistema italia”.

  71. Stamattina da portale ANAC sono riuscito a sbloccare cig in lavorazione da giorni grazie all’indicazione di un operatore ANAC:
    1) cliccare sui tre puntini per accedere al dettaglio appalto;
    2) a fondo pagina cliccare “verifica appalto” ed uscire dalla pagina;
    3) rientrare nel dettaglio appalto e a fondo pagina cliccare ora “conferma appalto”;
    4) a questo punto dovrebbe generarsi il cig.
    Preciso che la procedura probabilmente funziona per appalti e forniture sotto i 5k perchè quelli oltre la soglia sono ancora bloccati.

  72. Qualcuno di voi sa se il codice ISTAT (nella procedura sul mepa) si riferisce alla comune della stazione appaltante oppure a quello dell’operatore?
    Il campo da compilare è infatti inserito all’interno della sezione “Aggiudicazioni”, dopo l’id del partecipante e il codice CCNL. Ho il dubbio che si riferisca all’operatore ma non riesco a trovare nessuna informazioni al riguardo.

  73. Buongiorno a tutti, sono ormai giorni che con due diversi profili RUP stiamo provando a fare una trattativa diretta su MEPA e tutte le volte, al momento della richiesta CIG riceviamo il messaggio “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG”. A qualcuno è capitato ed è riuscito a risolvere? Abbiamo anche aperto ticket con MEPA ma tutto tace e siamo bloccati per acquisti sopra 5000. Assurdo! Non riusciamo a capire quale sia il problema legato alle nostre utenze!!! Aiutoooo!

  74. Qualcuno di voi è riuscito ad acquisire un CIG tramite Mepa con la scheda “Procedura negoziata per affidamenti sotto soglia”? Ho temtato in utti i modi ma il sistema risponde sempre con un codice errore (nell’ultimo caso ER41).

  75. Anche a me compare ERR41 – errore generico durante la validazione dei dati della scheda dopo aver richiesto e verificato lo stato dell’operazione (scheda PROCEDURA NEGOZIATA PER AFFIDAMENTI SOTTOSOGLIA).
    Qualcuno sa come ovviare a questo messaggio che riporta un errore inesistente?

    • SONO 8 GIORNI CHE PROVO COSTANTEMENTE E NON TROVO SOLUZIONE. HO TELEFONATO AD ANAC E MEPA, DICONO CHE NON DIPENDE DA LORO MA DAI SISTEMI E DI PROVARE IN ORARI NON LAVORATIVI….MA NULLA HO TENTATO ANCHE STANOTTE, STESSO ERRORE41. QUALCUNO SA COME POSSIAMO RISOLVERE?

  76. …..Già il fatto che ad ANAC, come musica di sottofondo mettano Rondo Veneziano – Primavera e non direttamente Vivaldi è significativo…..

  77. Buongiorno a tutti. Dopo 15 giorni sono riuscito a prendere il mio primo CIG per un affidamento da 255 € ! Costo” aziendale” stimato intorno ai 350 €
    B0090F1DA6….penso me lo farò tatuare……

      • Ieri da portale ANAC sono riuscita a sbloccare cig in lavorazione da giorni. Le operazioni da fare dopo aver creato la scheda AD5 sono:
        1) cliccare sui tre puntini per accedere al dettaglio appalto;
        2) a fondo pagina cliccare “verifica appalto” ed uscire dalla pagina;
        3) rientrare nel dettaglio appalto e a fondo pagina cliccare “conferma appalto”;
        4) Rientrare e a questo punto troverete il cig.

        • Salve non riusciamo ad acquisire CIG per scheda AD5
          adeisone accordo quadro buoni pasto
          Alla richiesta del CIG ricevE sempre lo stesso errore “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG. Correggi gli errori e risottometti la richiesta.”

          Non vengono evidenziati i campi che potrebbero essere considerati errori, voi come vevte risolto? qualcuno ha suggerimenti? grazie infinite

  78. SONO 8 GIORNI CHE PROVO COSTANTEMENTE E NON TROVO SOLUZIONE. HO TELEFONATO AD ANAC E MEPA, DICONO CHE NON DIPENDE DA LORO MA DAI SISTEMI E DI PROVARE IN ORARI NON LAVORATIVI….MA NULLA HO TENTATO ANCHE STANOTTE, STESSO ERRORE41. QUALCUNO SA COME POSSIAMO RISOLVERE?

    • Ieri finalmente ANAC ha risolto il problema legato all’ERRORE41 e sono riuscito a prendere il CIG per una procedura negoziata sottosoglia.

  79. notizia di poco conto ma a qualcuno potrebbe interessare: lo smartcig (IN SOLA CONSULTAZIONE) è tornato attivo. In caso di dubbi su smartCIG a suo tempo elaborati, almeno ora è possibile verificare i dati

  80. Ne volete sapere una nuovo da tre giorni non carica i files ordini per poi firmarli.
    Nella sezione Scarica e Firma – Scarica il file generato dal sistema il file non c’è.
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

  81. Buongiorno, da giovedì non riesco a generare un CIG per un affidamento diretto sup. a 5000 euro. Al momento della richiesta mi esce il messaggio “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG. Correggi gli errori e risottometti la richiesta” . Qualcuno sa come ovviare a questo messaggio che riporta un errore inesistente?

    • purtroppo da venerdì anche a me lo stesso errore, ho chiamato assistenza ma non mi hanno saputo dire niente di più.

  82. Buongiorno, tema SMART CIG 2023, consultabili in sola visualizzazione.
    Avevo bisogno di aggiornare gli importi, rimanendo comunque sotto i 40.000, ma, purtroppo, come noto, non sono piu’ modificabili.
    Voi come fate? usate comunque lo stesso cig o ne chiedete un altro ad integrazione (sempre che si riesca a chiedere, visto i disservizi delle piattaforme)?
    grazie

  83. Nel caso di richieste di CIG inoltrate tramite mepa, come vi comportate con la determina a contrarre? Date avvio alla pratica mepa prima della determina?

    • Che cosa significa questo errore?
      errore nella conversione della scheda secondo il json schema definito – $.anacForm.stazioniAppaltanti[0].saTitolare: is missing but it is required

      • Buongiorno, intende sulla PCP? Se sì, nella prima schermata che si apre dopo aver creato la bozza, se non ricordo male ci sono da inserire i dati della stazione appaltante; bisogna quindi entrare per modificarli perché c’è il campo Stazione Appaltante Titolare da valorizzare con SI o NO. Spero sia questo il problema e di essere stato utile

          • Grazie a te per il commento che ha fatto sorridere me e altri colleghi a cui l’ho fatto leggere. Felice di essere stato utile!

  84. Buonasera a tutti, piccolo suggerimento per sbloccare l’errore “I sistemi di ANAC non sono riusciti a portare a termine la richiesta di creazione dei CIG”….pare che il problema siano i caratteri speciali (virgole, parentesi ecc.) contenuti nei campi OGGETTO dentro “Dati generali di gara” e “Aggiudicazioni”.

  85. Buonasera, anche io ho rilevato gli errori relativi alla stringa in JSON composta da caratteri Unicode; dopo vari tentativi ho risolto copiando il codice univoco e utilizzando il maiuscolo su tutta la stringa. Dopo tutti i CIG richiesti sono andati a buon fine. Grazie per i vostri commenti, sono stati molto utili.

  86. Buongiorno, è giorni che cerchiamo di prendere il CIG come si può risolvere questo errore? $.anacForm.aggiudicazioni[0].datiBaseCPV.cpvPrevalente.codice: is missing but it is required

  87. Risolto il problema di creare CIG sotto 5000 in PCP (allego link di un collega che ha fatto un video (https://www.youtube.com/watch?v=U7ptXnrZBQA)molto utile mi sono accorta che in automatico il sistema prendeva come centro di costo quello di un altro ufficio. Dopo aver pubblicato il CIG pur essendoci i bottoni modifica e cancella di fatto questo sono inutilizzabili. Ci sono altre strade per rettificare o di fatto cambia poco essendo medesima la stazione appaltante?
    Grazie

  88. Buongiorno, devo procedere ad un affidamento diretto per adesione ad un accordo quadro. In breve devo acquisire un CIG derivato, indicando nella procedura il CIG della convenzione (INTERCENTER Emilia Romagna). Qualcuno sa quale scheda della PCP va utilizzata) Io ho provato ad utilizzare la scheda AD4 (Adesione ad accordo quadro/convenzione senza successivo confronto competitivo) Ma alla creazione dell’appalto il sistema non genera il CIG e rimane la scritta “in lavorazione”, qualcuno ha risolto il problema o trovato una soluzione?
    Grazie in anticipo

    • Provo a dirti qual è la mia esperienza, da supporto al RUP.
      Ho avuto un CIG “in lavorazione” per 2 settimane. Poi la luce
      Devi trovare, sul menu di sinistra, una voce simile a “verifica appalto” (vado a memoria perchè non ho accesso a PCP). Ricercare tramite id appalto, e da qualche parte dovresti trovare KO. Cliccando sui 3 puntini relativi alla riga del risultato, ti da gli errori da correggere (nel mio caso era l’importo dell’affidamento che andava ripetuto 2 volte in 2 schede diverse, ma non era un campo contrassegnato con *)

      • Ciao Mario, ti ringrazio veramente per le indicazioni da te fornite. Ho seguito le tue VITALI istruzioni. Preciso solo che dalla sinistra si tratta di selezionare Verifica Operatore, riportare ID APPALTO, poi tipo operazione “Verifica Appalto”, e tipo ricerca “ultimo esito per l’operazione richiesta”, in questo modo rileva l’errore e riporta KO nella scheda in basso.
        Alla fine è quello che hai indicato tu, ritornando nella scheda di indizione e modificando l’appalto il problema si risolve: nella sezione Aggiudicazioni-Quadro Economico Concessioni va inserito l’importo nella riga “Importo Componente Forniture in € (al netto dell’IVA e degli oneri di sicurezza)”. Poi ritornando in miei appalti sono riuscito a generare il CIG….
        Ma dico io, metterci un asterisco rosso era troppo difficile….
        Grazie di nuovo e spero che queste informazioni possono aiutare qualcun altro.

        • Ciao Michael grazie per le informazioni dettagliate. Io ho lo stesso tuo problema/errore. Ho seguito quello che hai scritto ma quando clicco su modifica e vado sul quadro economico i campi non sono editabili.
          Hai qualche suggerimento? Grazie

  89. Buongiorno, io dovrei prendere un cig per un affidamento diretto di un servizio di manutenzione inferiore ai 5000 euro, vorrei sapere se la richiesta di cig deve essere inoltrata sul portale ANAC o se è necessario utilizzare il portale Mepa? Considerato che prima usavo smart CIG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *