Il nuovo procedimento di gestione del casellario informatico dell’ANAC: prime criticità

A cura di Vincenzo Laudani

25 Gennaio 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Con due recenti ordinanze (TAR Lazio, sez. I-quater, 15.1.2024 n. 111 e TAR Lazio, sez. I-quater, 15.1.2024 n. 126) relative ad annotazioni non interdittive disposte dall’ANAC il TAR Lazio evidenzia l’esistenza di criticità relative alla scelta dell’Autorità, nel Regolamento del 2023, di non prevedere alcun preventivo contraddittorio procedimentale con l’operatore economico e di non notificare il provvedimento di annotazione adottato all’esito del procedimento.

1. Il regolamento di gestione del casellario informatico del 2016 e i diritti procedimentali

Il regolamento per la gestione del casellario informatico (nel quale l’ANAC iscrive le annotazioni relative agli operatori economici) del 2019, applicabile alle procedure regolate dal Codice Appalti del 2016, prevedeva degli specifici oneri procedimentali per l’Autorità e dei consequenziali diritti degli operatori economici a intervenire nel procedimento relativo alla valutazione delle segnalazioni pervenute dalle Stazioni Appaltanti al fine della loro relativa iscrizione.

CONTINUA A LEGGERE….

Vincenzo Laudani