Le certificazioni inglesi possono essere utilizzate ai fini della partecipazione agli appalti europei

A cura di Vincenzo Laudani

11 Giugno 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%

Prendendo posizione rispetto alla annosa questione della validità delle certificazioni rilasciate da soggetti accreditati dall’UKAS dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, TAR Sicilia, Catania, sez. III, 4.6.2024 n. 2096 riconosce la validità delle stesse ai fini della partecipazione agli appalti pubblici indetti da stazioni appaltanti europee.

CONTINUA A LEGGERE….

Vincenzo Laudani

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento