Parità di genere nel codice appalti 2023 e nelle gare PNRR: requisiti di partecipazione, criteri premiali e impegni secondo il Tar Lazio

A cura di Vincenzo Laudani

6 Giugno 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%

Con una sentenza il TAR Lazio (TAR Lazio, sez. IV, 3.6.2024 n. 11288) affronta diversi profili relativi alla parità di genere nel Codice Appalti del 2023.

In particolare, la sentenza tratta:

– Del tema del rapporto sulla situazione del personale, previsto quale requisito di partecipazione negli appalti PNRR, e in particolare delle modalità con cui debba essere assolto laddove intervengano, prima dell’indizione del bando, modifiche della ragione sociale e acquisizione di rami di azienda;
– Del tema della certificazione di parità di genere con riferimento al consorzio e sulla possibilità, per questo, di acquisire il punteggio premiale anche se una consorziata esecutrice è priva della certificazione;
– Delle modalità di assunzione degli impegni sociali a norma dell’art. 102 del nuovo Codice.

Il presente contributo tratta i diversi profili sulla base del seguente percorso:

– Illustrazione del caso di specie (paragrafo I);
– Le operazioni societarie e il loro riflesso sull’obbligo di presentazione del rapporto sul personale negli appalti PNRR; (paragrafo II);
– Il punteggio premiale in riferimento alla certificazione di parità di genere, la legittimità dell’attribuzione al consorzio stabile nel caso di possesso da parte di una solo consorziata esecutrice e l’interpretazione della lex specialis anche alla luce dei principi di favor partecipationis e di favor verso la partecipazione delle PMI (paragrafo III);
– Il punteggio premiale in riferimento alla certificazione di parità di genere, la legittimità dell’attribuzione al consorzio stabile nel caso di possesso da parte di una solo consorziata esecutrice sulla base della sua natura e degli orientamenti giurisprudenziali in materia (paragrafo IV);
– L’equivalenza della certificazione di parità di genere con altre certificazioni (paragrafo V);
– Gli impegni sociali dell’art. 102 e le modalità di verifica (paragrafo VI).

CONTINUA A LEGGERE…

Vincenzo Laudani

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento