La rotazione nella recente giurisprudenza, le fasce di valore e la questione della reiterazione degli inviti

Autore:

La giurisprudenza è giunta a dei chiarimenti consolidati in tema di rotazione.

Come noto la questione dell’alternanza degli affidatari e degli inviti nelle procedure semplificate rappresenta uno degli aspetti di estrema delicatezza che il RUP è chiamato a presidiare.

Ed anche l’emanando regolamento attuativo dedica al c.d. “contrappeso” (così viene configurato l’obbligo della rotazione dalla giurisprudenza) alle limitazioni alla concorrenza, che evidentemente scaturiscono dall’utilizzo di sistemi semplificati di affidamento degli appalti, una norma ad hoc (l’articolo 11) superando – nell’attuale preivisione – l’esperienza della prassi delle Linee guida ANAC n. 4.

Attuale dato istruttorio che il RUP deve privilegiare nell’espletamento delle procedure nel sotto soglia comuntario.

CONTINUA A LEGGERE…..

 

[libprof code=”319″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.