Il codice appalti 2023 e il sopralluogo obbligatorio quale causa di esclusione: primi contrasti giurisprudenziale

A cura di Vincenzo Laudani

15 Gennaio 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Con la recente sentenza 140 del 2024 il TAR Lazio, sez. II-bis, afferma che nel Codice Appalti del 2023 nessuna norma prevede il sopralluogo quale adempimento necessario per la formulazione delle offerte, con conseguente nullità della clausola che faccia discendere dalla sua omissione l’esclusione del concorrente dalla procedura.

Tale sentenza si pone in contrasto con la recente presa di posizione del TAR Sicilia, Catania, che con sentenza 12.12.2023 n. 3738 ha invece ritenuto del tutto legittima la previsione della sanzione espulsiva per mancata effettuazione del sopralluogo prescritto dalla Stazione Appaltante.

CONTINUA A LEGGERE….

Vincenzo Laudani