Concessioni balneari: legittima l’acquisizione gratuita delle opere inamovibili realizzate dal concessionario

Vincenzo Laudani 11 Luglio 2024
Scarica PDF Stampa Allegati
Modifica zoom
100%

Con sentenza dell’11 Luglio 2024, resa nella causa C- 598/22, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha affermato la compatibilità con il diritto europeo dell’art. 49 del codice della navigazione, ai sensi del quale al termine della concessione le opere non amovibili realizzate dal concessionario vengono acquisite gratuitamente dal demanio.

Per la Corte tale previsione non può configurare una cessione forzata, atteso che la stessa può essere derogata in maniera pattizia e questo dimostrerebbe la natura contrattuale, e non autoritaria, della previsione. Inoltre questa garantirebbe la parità tra gli operatori concorrenti alla procedura di gara.

Cade, quindi, uno degli ultimi limiti ostativi all’indizione delle procedure per l’assegnazione delle concessioni balneari.

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento